diredonna network
logo
Stai leggendo: La cromoterapia: com’è nata e i suoi benefici

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Lista dei cibi acidi e cibi alcalini: quali fanno bene e quali fanno male

Farmaci e abbronzatura: antibiotico e sole sono compatibili?

Cleptomania, sindrome delle star: quell'impulso che spinge a rubare

La dieta del Dottor Mozzi e del gruppo sanguigno: facciamo un po' chiarezza

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

Chi da piccolo è stato scout soffre meno d'ansia e di problemi mentali

La cromoterapia: com'è nata e i suoi benefici

La cromoterapia è una pratica oggi molto diffusa: ecco tutti i benefici e le proprietà diverse di ogni singolo colore. Assolutamente da provare, anche solo per combattere lo stress e regalarsi un po' di relax.
Cromoterapia
Fonte: Web

Medicina e scienza sono scettiche nei confronti di qualsiasi alternativa non basata su principi stabiliti e provati per curare le malattie. Ecco perché la comunità scientifica non considera efficace la pratica della cromoterapia.

Già nell’Antico Egitto e in Grecia si utilizzavano minerali, pietre, cristalli e unguenti colorati per rimettere in sesto i malati. Per lo stesso motivo, anche le pareti dei luoghi di cura venivano dipinte. Ogni colore aveva un suo significato e una sua efficacia, i greci ad esempio li associavano agli “umori”: la bile gialla, la bile nera, il sangue rosso e il flegma bianco. Anche in India, in Persia e in Cina venne analizzato l’effetto benefico del colore sulle varie parti del corpo e sui diversi stati d’animo.

Con l’avvento dell’Illuminismo, la cromoterapia venne definitivamente dichiarata pseudoscienza, eppure ancora oggi continua a destare interesse.

Che cos’è la cromoterapia?

Cromoterapia cos'è
Fonte: Web

I toni e le vibrazioni della luce riportano le energie in equilibrio: di sicuro portano giovamento per ansia, stress, depressione, debolezza fisica e mentale. Nelle Spa, ad esempio, c’è spesso la doccia emozionale che assieme ai getti d’acqua, ai suoni e agli aromi sfrutta anche le proprietà del colore.

Sensazioni positive possono agire anche su deficit immunitari, dolori e spasmi localizzati. Oltre all’irraggiamento cromatico, è diffusa anche la cromopuntura, che si indirizza a parti del corpo specifiche e anche l’alimentazione può sfruttarne i benefichi, scegliendo accuratamente colore di frutta e verdura.

Specchio cromatico: ecco tutti i significati dei colori nella cromoterapia

Cromoterapia colori
Fonte: Web

Stimolante il rosso, rilassante il blu, riequilibrante il verde, defaticante il giallo: ciascuno classifica i colori in base a ciò che provano guardandoli. Queste emozioni possono comportare conseguenze positive sul corpo e sulla psiche: vediamole nel dettaglio!

  • Rosso: essendo un colore caldo, il rosso ha un effetto energizzante e stimola il desiderio, aumentando la frequenza respiratoria. La sua intensità può favorire la cicatrizzazione delle ferite e sciogliere contratture, stiramenti e infiammazioni muscolari. Sembrerebbe anche contrastare la pressione bassa e liberare le vie respiratorie da muco e catarro. Viene spesso associato all’amore.
  • Arancione: è anche questo un colore caldo, gioioso e vitale; per questo è positivo per le persone affette da depressione, paure, nevrosi e anche anoressia, poiché porta allegria e appetito. Ha risvolti molto buoni sull’attività della tiroide. Stimola il metabolismo e i polmoni, cura spasmi e crampi.
  • Giallo: colore caldo e quindi sempre allegro, stimola intelletto e concentrazione, aiutando la risoluzione dei problemi. È utile per alleviare qualsiasi disturbo digestivo, in particolare il gonfiore addominale da colite, dato il suo effetto depurativo e rilassante.
  • Verde: è neutro ma è capace di indurre calma in caso di ansia e di stress, perciò allevia insonnia e disturbi del sonno. Placa crampi, disturbi dell’apparato gastrointestinale e mal di testa.
  • Blu: come tutti i colori freddi, rallenta la pressione arteriosa e quindi è indicato per chi soffre di tachicardia e pressione alta. Cura infiammazioni di vario tipo, soprattutto alla gola, alle articolazioni e ai denti, irritazioni della pelle, bruciature e punture di insetti. Rilassa mente e corpo.
  • Indaco: sviluppa l’intuito e calma la tiroide iperattiva ed è quindi utile in caso di ipertiroidismo.
  • Violetto: favorisce i sogni, l’intuito, l’ispirazione e la creatività. Risulta benefico per il sistema nervoso, stimola la produzione dei globuli bianchi e l’attività della milza, rinforza le ossa e le articolazioni.

Cromoterapia attraverso lampade e pareti

Cromoterpia pareti
Fonte: Web

Le lampade cromoterapiche si trovano nei centri benessere e nelle Spa, ma possono essere acquistate in modo tale da ricreare un angolo per ripristinare il proprio equilibrio fisico e spirituale.

La cromoterapia, però, può essere anche applicata con la semplice scelta del colore delle pareti: dall’ufficio alla casa, è importante scegliere colori caldi o rilassanti, in modo da ricevere energie positive.