diredonna network
logo
Stai leggendo: Condividendo queste immagini puoi aiutare una donna a scoprire in tempo il tumore al seno

Condividendo queste immagini puoi aiutare una donna a scoprire in tempo il tumore al seno

Scoprire il tumore al seno attraverso una foto. Questa è la storia di una donna che attraverso l'immagine di una campagna di prevenzione ed educazione ha vinto la sua battaglia contro il cancro.
Prevenzione tumore al seno
Fonte: www.facebook.com/worldwidebreastcancer/

Se siete iscritte a Facebook avrete sicuramente notato la strana pioggia di cuori che si è recentemente abbattuta su molte bacheche. Sono moltissime le donne che hanno deciso di postare un cuore rosso per ricordare l’importanza della prevenzione contro il tumore al seno. Troppe volte, in fondo, l’autopalpazione viene trascurata (cosa che invece non si dovrebbe per nulla fare).

Questo il messaggio virale che le utenti si sono viste recapitare privatamente:

Ciao, puoi mettere un cuore sulla tua bacheca, senza commenti, solo un cuore, poi invia questo messaggio ai tuoi contatti femminili, dopo aver messo un cuore sulla bacheca della persona che ti ha inviato questo messaggio. Se qualcuno ti chiede perché hai tutti questi cuori in bacheca non rispondere. È per le donne, per ricordare la settimana di prevenzione per il cancro al seno. Controlla il tuo seno! Tieni il tuo dito premuto sul messaggio e premi inoltra”.

Inutile dire che l’iniziativa promossa dal sito Health.com ha sollevato non poche polemiche. In molti hanno lamentato la mancanza di un reale e solido progetto dietro questi messaggi e cuori virali. In particolare Erin Smith Chieze, una donna statunitense a cui è stato diagnosticato il cancro al seno, si è sentita particolarmente toccata e infastidita da questa strana “trovata social” priva di senso. Proprio per palesare il suo disappunto, Erin ha scelto di condividere sul suo profilo una foto trovata su Internet accompagnata da una lunga e attenta riflessione:

Nei giorni scorsi ho ricevuto diversi messaggi privati su un ‘gioco’ che girava per il quale postando un cuore sulla propria bacheca Facebook, lo stavi segretamente facendo per dimostrare la tua consapevolezza sul cancro al seno. Questa è la mia risposta a tutti i messaggi.

Qualcuno una volta ha postato un’immagine su Facebook di come può apparire il cancro al seno. Non di come sentirlo, ma di come appare. Nel dicembre del 2015, quando ho notato una rientranza che somigliava a una di quelle immagini ho subito capito di avere un cancro al seno. Ho cercato di sentire il tumore, ma il mio tumore non era palpabile. Mi hanno diagnosticato il cancro 5 giorni dopo e lo stadio 4 il mese successivo. Un cuore non aiuta la consapevolezza. Sapevo cosa fosse il cancro al seno. Sapevo tutto dell’auto palpazione, ma un’immagine su cosa guardare mi ha dato le chiavi per sapere che avevo una malattia terminale. Abbiamo bisogno di dare informazioni REALI, non di cuori carini. Senza aver visto un’immagine a caso con informazioni vere, non avrei saputo cosa guardare. Per favore, smettetela di giocare con la mia vita e cominciate veramente ad aiutare le persone. Ricerche sulle cure riguardanti il cancro al seno metastatico e vera consapevolezza.

Questa è una foto che ho trovato che è molto simile a quella originale che ho visto. PER FAVORE, smettete di fare giochini che non promuovono davvero la consapevolezza, spesso inducono le persone a sintonizzarsi su tutto ciò che potrebbe anche menzionare la parola ‘consapevolezza’. Quindi se volete davvero aiutare le persone CON il cancro, o coloro che lo AVRANNO, condividete foto come questa. Vorrei ricordarmi chi ha postato la foto che ho visto, ha fatto davvero la differenza per me”.

In pochissimo tempo il post è diventato virale con oltre 41 mila condivisioni e migliaia di commenti da parte di molte donne che come Erin affrontano ogni giorno la loro personale battaglia contro il tumore al seno.

Continua a leggere