logo
Stai leggendo: Gigi Hadid: “Basta insulti, non sono troppo magra, ho la Tiroidite di Hashimoto”

Gigi Hadid: "Basta insulti, non sono troppo magra, ho la Tiroidite di Hashimoto"

La magrezza delle modelle non sempre è dovuta ad esigenze di lavoro. È il caso di Gigi Hadid che si difende dalle accuse spiegando al mondo che soffre della sindrome di Hashimoto

Gigi Hadid torna a parlare del suo corpo. Le critiche contro il suo dimagrimento non sono finite. Qualcuno continua ad accusarla di essere un cattivo esempio per le ragazze più giovani, senza conoscere il vero motivo della sua trasformazione. L’unica cosa a cui si aggrappano è il cambiamento del suo corpo dalle prime passerelle a oggi, dove risulta nettamente più snella e asciutta.

È necessario fare un passo indietro e tornare a qualche mese fa quando la modella, stanca di ricevere insulti per la forma del suo corpo, spiega con un tweet il motivo del suo dimagrimento.

La modella statunitense ha perso la pazienza e non ci sta più a essere additata come l’ennesima top model che ha problemi di alimentazione. Gigi Hadid si sfoga sul suo account Twitter @GiGiHadid per mettere a tacere le continue critiche su suo aspetto fisico e spiega a tutti che la sua sospetta magrezza è conseguenza della tiroidite di Hashimoto, una malattia autoimmune che causa il malfunzionamento della ghiandola.

“Non mi giustificherò per l’ennesima volta riguardo il mio aspetto fisico, come d’altronde non dovrebbe fare nessuno che non rientri nei vostri stereotipi di bellezza. Non voglio giudicare nessuno ma la droga non fa parte della mia vita, quindi non etichettatemi se non riuscite a comprendere i cambiamenti del mio corpo”. Gig Hadid ha 22 anni, è una modella giovanissima e il suo corpo sta crescendo e mutando insieme a lei, come succede a qualunque altra ragazza della sua età.

“Per coloro che sono interessati ai vari cambiamenti che ha subito il mio corpo posso dire che all’età di 17 anni non mi era ancora stata diagnosticata la sindrome di Hashimoto e all’epoca mi si criticava per la ritenzione idrica che avevo. Negli ultimi anni – scrive Gigi – sono stata curata per alcuni sintomi della malattia come la stanchezza e i problemi del metabolismo. Mi sono sottoposta anche a un trattamento olistico che ha contribuito a migliorare l’equilibrio della mia tiroide. Ho continuato a seguire lo stesso regime alimentare, adesso però sto meglio. A voi posso sembrare troppo magra ma in realtà io mi sento meglio internamente”.

Due mesi dopo, in un’intervista per Foxlife, la modella parla di nuovo di bodyshaming e del suo tanto discusso cambiamento. A chiacchierare con lei, un’intervistatrice speciale, Blake Lively.

Nel corso dell’intervista Gigi ammette di rimpiangere le sue curve, ma questo è il suo presente ed è inutile rammaricarsi guardando il passato. Con questo nuovo corpo lei si sente meglio interiormente e si ama nello stesso modo, perché dovrebbe cambiare a causa di stupidi commenti? Un vero e proprio messaggio di sostegno per tante persone è quello che ha lanciato la modella:

A te che stai leggendo: voglio tu ti renda conto che tra tre anni guarderai una vecchia foto e penserai: ‘Stavo così bene, perché ho sofferto per il commento stupido di qualcuno?’.

Per esperienza personale posso dire che il nostro corpo cresce e cambia. C’è sempre bellezza in esso, qualunque cosa accada.

Inoltre sia lei che l’attrice Blake Lively ribadiscono durante l’intervista quanto le immagini che incontriamo ogni giorno, ritratti di apparente perfezione non siano altro che ottimi risultati di Photoshop.

Le pubblicità, i social, i media non sono la vita reale. Loro non sono perfette e Gigi lo ha appena dimostrato al mondo intero.

Ma che cos’è la sindrome di Hashimoto?

Sul sito endocrinologiaoggi.it il dott. Massimiliano Andrioli, Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio, spiega che si tratta di una malattia autoimmune che innesca un serio processo infiammatorio della tiroide. La patologia è subdola, non si riesce a diagnosticare subito e porta man mano nel tempo ad un rallentamento della produzione di ormoni fino ad arrivare all’ipotiroidismo. Gli anticorpi prodotti dall’organismo, invece di svolgere la loro funzione di protettori dalle aggressioni esterne, attaccano la tiroide inibendo la sua capacità di produrre ormoni. Ne soffrono maggiormente le donne, nel tempo peggiora inesorabilmente e se non viene curata può far aumentare le dimensioni della tiroide comportando difficoltà respiratorie, di deglutizione e anche scompenso cardiaco e forme depressive.

Gigi Hadid
fonte: web

Come si diagnostica?

Il primo campanello di allarme è l’ingrossamento della tiroide. In questo caso quindi rivolgersi al proprio medico che prescriverà gli esami di controllo per verificare la funzionalità della ghiandola tiroidea. Tra i sintomi principali, che devono essere valutati sempre da uno specialista, rientrano: affaticamento, sbalzi di peso, pallore, fragilità delle unghie, dolori muscolari e articolari, forte sensibilità al freddo.

Come si cura?

Non c’è una cura che faccia guarire al 100% da questa malattia, non c’è ancora un modo per arrestare il suo sviluppo ma sicuramente ci sono terapie per contrastare il più possibile il suo peggioramento e tenerla sotto controllo. Si tratta di terapie ormonali che purtroppo devono essere seguite a vita e che necessitano di monitoraggi frequenti per eventuali aggiustamenti di dosaggio da parte dei medici. In casi più gravi può essere necessario asportare chirurgicamente la tiroide.

Di malattie alla tiroide ne soffrono altre celebrity che, come la Hadid, ne hanno parlato pubblicamente. Stiamo parlando ad esempio dell’attrice di Star Trek Zoe Saldana, dell’attrice statunitense Gina Rodriguez, Kim Cattrall che ha recitato in Sex and the City, l’attrice Brooke Burke-Charvet che ha rivelato di avere avuto un tumore alla tiroide e tante altre ancora.

 

 

Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...