diredonna network
logo
Stai leggendo: Cosa accade al corpo se assumi regolarmente Yerba Mate

Cosa accade al corpo se assumi regolarmente Yerba Mate

Cosa accade al nostro corpo se si assume regolarmente Yerba Mate? Fra proprietà (molte) e controindicazioni (poche) scopriamo questa pianta sudamericana usata per infusi dai tanti benefici.
yerba mate

Avete mai sentito parlare della yerba mate? Si tratta di una pianta tipica del sud America, da cui si ricava un infuso molto apprezzato dalle popolazioni locali, ma che lentamente sta prendendo piede anche oltre i confini sudamericani, diffondendosi anche da noi. Cosa accade al corpo se la si assume regolarmente?

Prima di tutto val la pena sottolineare che sono diversi i nomi con cui si identifica la Yerba Mate, fra questi ci sono Erba Mate, Erva Mate o Cimarrón. In ogni caso, fanno tutti riferimento alla pianta sempreverde caratteristica di Brasile, Paraguay e Argentina.

Preparazione della Yerba Mate

yerba mate
Fonte: web

È utilizzando le sue foglie essiccate che si prepara la bevanda nota, comunemente chiamata mate, che gode di moltissime proprietà benefiche. Per prepararla occorrono un mate, foglie di yerba mate e una bombilla. Il mate è un contenitore tipico ricavato da una zucca svuotata e lasciata seccare. Ovviamente, l’oggettiva difficoltà nel reperire un oggetti simile fa sì che possano andare bene anche una tazza in terracotta o una in ceramica, ma mai in plastica, poiché il Mate si beve ad alte temperature. L’erba mate, invece, si acquista semplicemente in erboristeria o al supermercato, dove generalmente si trova nel reparto dedicato ai cibi etnici.

Per finire, la bombilla è una particolare cannuccia di metallo con un piccolo colino all’estremità, da usare come una normale cannuccia che permette di filtrare il liquido dalle foglie direttamente, mentre si beve. La bombilla è reperibile solo nei negozi di artigianato etnico o negli alimentari sudamericani.
Dovete scaldare l’acqua fino a circa 70°, riempire di Yerba Mate la tazza o il mate per 3/4 a montagnetta, versare l’acqua e bere con la bombilla.

Come detto, questa bevanda ha moltissimi proprietà benefiche: ecco le principali.

Le proprietà della Yerba Mate

yerba mate proprietà
Fonte: web

Tra le proprietà della Yerba Mate più apprezzate c’è l’effetto energizzante, tanto che la bevanda è ottima da consumare, per esempio, nei cambi di stagione, per contrastare la sensazione di stanchezza che spesso accompagna questi periodi di passaggio. Questo effetto benefico dipende dalla presenza di mateina, una sostanza con caratteristiche simili a quelle della caffeina ma priva degli effetti collaterali tipici di quest’ultima.

Il Mate ha però anche proprietà sazianti, grazie alla presenza, nella pianta, di teobromina: consumata calda, infatti, la Yerba Mate è in grado di mantenere più a lungo il senso di fame, accelerando anche il metabolismo e la termogenesi, che non è altro che la capacità di bruciare i grassi. Non a caso la bevanda viene spesso consigliata a chi sta seguendo delle diete dimagranti, da consumare anche dopo i pasti viste le sue proprietà digestive. Essendo ricca di polifenoli, inoltre la Yerba Mate ha un potere antiossidante.

Altre proprietà riguardano poi l’effetto diuretico, la stimolazione positiva dell’apparato cardiocircolatorio e la capacità di rafforzare le difese immunitarie. Secondo una ricerca condotta dall’università dell’Illinois, riportata su greenme, inoltre, la Yerba Mate con i suoi principi attivi agirebbe verso le cellule del tumore al colon, inducendo l’apoptosi, ossia l’autodistruzione.

Le controindicazioni della Yerba Mate

yerba mate controindicazioni
Fonte: web

In realtà la Yerba Mate non presenta grosse controindicazioni ed effetti collaterali ma, come sempre, è molto importante non esagerare con il dosaggio giornaliero, dato che, in questo caso, potrebbero insorgere diarrea, vomito, dolori addominali e disturbi gastrointestinali di altro genere. Se sussiste una particolare sensibilità alla caffeina, inoltre, si può provare il Mate, ma bisogna tenere in conto la forte probabilità che il principio attivo, che non presenta effetti collaterali nella maggior parte delle persone, possa però dare qualche fastidio a chi ha un organismo ipersensibile. In quel caso è meglio orientarsi su altri tipi di bevande. Altra cosa estremamente importante, da non sottovalutare, è la possibile interferenza con alcuni farmaci, per cui è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico nel caso si assumano medicinali di qualunque tipo.