diredonna network
logo
Stai leggendo: Allergia: combattere i sintomi con uno yogurt al giorno

Pro e contro della soia: fa davvero bene?

Alimenti lassativi: quali sono e come assumerli

L'hydrobike è davvero utile per combattere cellulite e chili in eccesso?

Scialorrea: chi ne soffre e da cosa dipende

Congestione: perché è così frequente in estate?

Pillola dell'aborto: 4 cose che devi sapere

Talidomide, le vittime del farmaco che li ha resi bimbi e adulti mutilati

Trapianto per Selena Gomez: la sua migliore amica le dona un rene

Lady Gaga: "Ho la fibromialgia, parlarne è difficile ma può aiutare molti"

La malinconia: significato, cure, tradizione culturale

Allergia: combattere i sintomi con uno yogurt al giorno

Ben 5 milioni di italiani soffrono di allergia durante il periodo primaverile, starnuti e lacrime sono all’ordine del giorno. Oltre avisite specifiche per sapere a cosa siamo allergici e a proteggerci con degli antistaminici appositi, possiamo attenuare i sintomi dell’allergia con piccole precauzioni e trucchi da mettere in pratica.

In uno studio dell’European Academy of Allergy and Clinical Immunology si è concluso che determinati fermenti probiotici, che sono presenti nello yogurt, siano in grado di ridurre i sintomi allergici o addirittura prevenirli, meglio di un antistaminico. Questo grazie a due particolari ceppi: il Lactobacillo Reuteri e il GG, che agiscono sul sistema immunitario e rendono la reazione allergica meno intensa. In più, lo yogurt, contribuisce a mantenere una sana flora batterica intestinale, questo aiuta a combattereanche le infiammazioni di tipo allergico.

Ci sono anche semplici accorgimenti che ci aiutano a combattere l’allergia stagionale. Sentite pizzicare la gola mangiando una mela? Mangiatela cotta! La cottura distrugge la maggior parte degli allergeni, ovvero le sostanze che provocano la reazione allergica nel nostro organismo. Se la precauzione non è efficace, è consigliato evitare del tutto il cibo che causa l’allergia, almeno durante il periodo d’impollinazione. Importante, per combattere l’allergia stagionale è spostare le piante sul balcone: allergeni come il polline non sono presenti solo sugl’alberi, ma anche nelle nostre piante dentro casa.  Il ficus benjamina, ad esempio, ha degli allergeni (non polline), che possono scatenare non solo raffiche di starnuti ma anche orticarie. Pericolose sono anche le felci e le orchidee.