Che cos’è la stenosi diverticolare del colon di cui soffre Papa Francesco

Papa Francesco è da poco stato operato per una stenosi diverticolare del colon. Scopriamo cos'è, da cosa è causata e come si cura.

Papa Francesco si è da poco operato al Policlinico Gemelli di Roma per una stenosi diverticolare del colon; un intervento programmato, quello del Pontefice, giunto in ospedale con l’autista e uno stretto collaboratore al seguito, eseguito dal professor Sergio Alfieri con il professor Luigi Sofo, il dottore Antonio Tortorelli e la dottoressa Roberta Meghi. Il Santo Padre, ha comunicato il portavoce del Vaticano Matteo Bruni, sta bene, e dovrebbe restare in degenza al Gemelli per cinque giorni.

La stenosi diverticolare sintomatica del colon è una conseguenza della diverticolite, una infiammazione dei diverticoli del colon, che negli anziani può portare a un restringimento del lume, impedendo il passaggio delle feci.

Cos’è la stenosi diverticolare del colon

Come detto, i diverticoli del colon sono estroflessioni dell’intestino che possono talvolta infiammarsi e indurre all’indurimento della parete, la quale perde in elasticità, portando il colon a subire delle stenosi, ovvero dei restringimenti. Proprio questi ultimi sono i responsabili di svariati sintomi, fra cui dolori addominali, alterazioni della regolarità intestinale o, nei casi più gravi, ostruzione del lume (chiamata anche “malattia diverticolare complicata”).

Le cause della stenosi diverticolare del colon

Alla base di una patologia diverticolare possono esserci svariati fattori, ma i più frequenti sono:

  • una dieta povera di fibre
  • una scarsa attività sportiva
  • l’invecchiamento, con conseguente progressiva riduzione della resistenza di fibre collagene e muscolari allo stiramento
  • le malattie ereditarie come il rene policistico
  • l’immunodepressione (soprattutto in pazienti trapiantati)
  • l’assunzione di farmaci steroidei

Sintomi della stenosi diverticolare del colon

In generale, le patologie legate ai diverticoli hanno dei sintomi piuttosto comuni, che sono:

  • dolori addominali
  • flatulenza
  • crampi addominali
  • alternanza di stitichezza e diarrea

Va però detto che solo il 20% dei pazienti che hanno i diverticoli manifestano i sintomi, e la mortalità è praticamente nulla (rapporto di 1/10000).

Come si cura la stenosi diverticolare del colon

La diverticolosi e le sue conseguenze possono essere spesso risolte con un adeguamento della propria dieta, nella quale devono essere inserite più fibre, ma spesso correggere il proprio regime alimentare da solo non basta.

Colon irritabile, una sindrome diffusa di cui è sciocco vergognarsi o non parlare

Per le patologie legate ai diverticoli, come si legge su Humanitas, si può prevedere l’antibioticoterapia, con dieta liquida e terapia infusionale se il paziente non è in grado di seguire un adeguato regime dietetico, o mostra sintomi come irritazione peritoneale, o febbre sotto i 38 gradi. Altro metodo è il drenaggio precutaneo, guidato o laparoscopico, che consente di impostare un’antibioticoterapia mirata, evitando l’intervento di urgenza.

In caso contrario, si deve passare alla chirurgia d’urgenza, soprattutto, come nel caso del Papa, in presenza di stenosi diverticolare, o alla chirurgia in elezione, in cui si effettua una deviazione intestinale (sigmoidectomia senza stomia) di protezione, dove non è necessario rimuovere tutto il colon diverticolare.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!