diredonna network
logo
Stai leggendo: 6 Abitudini Quotidiane (sbagliate) che ci Gonfiano la Pancia!

6 Abitudini Quotidiane (sbagliate) che ci Gonfiano la Pancia!

Tutte abbiano le nostre abitudini quotidiane alle quali non facciamo praticamente più nemmeno caso. Ma alcune di queste potrebbero essere la chiave del nostro gonfiore addominale: scopriamo insieme le sei abitudini più diffuse che gonfiano la pancia!
abitudini che gonfiano la pancia
Fonte: Web

“Giuro che i miei pantaloni non sono mai stati così stretti prima d’ora!”. Quante volte abbiamo pronunciato queste parole? È accaduto a tutte noi almeno una volta perché il gonfiore di pancia è uno dei disturbi allo stomaco più diffusi, afferma David T. Rubin – ricercatore dell’American College of Gastroenterology e primario di gastroenterologia, epatologia e nutrizione alla facoltà di Medicina di Chicago – in un articolo pubblicato da Huffington Post.

Prima di dichiarare guerra ad alcuni cibi in realtà indispensabili, ricordiamoci che il gonfiore addominale non è altro che aria in eccesso intrappolata nel tubo digerente, ed è legato a molti fattori oltre all’alimentazione (che comunque incide).

Abbiamo elencato sei abitudini quotidiane (scorrette) che, senza che nemmeno ce ne accorgiamo, possono avere un grande impatto sul nostro girovita!

1. Amiamo il chewing gum!

il chewing gum gonfia la pancia
Fonte: Web

Cattive notizie per voi, amiche dipendenti da Vigorsol ecc.: se la vostra pancia risente degli effetti di un eccesso di chewing gum, forse è arrivato il momento di abbandonare, o limitare, quel sapore fresco che tanto ci piace sentire in bocca.

Molta gente mastica gomme per evitare di cadere in spuntini fuori pasto, ma masticando gomma americana si ingerisce inconsapevolmente una certa quantità d’aria,

afferma il nutrizionista e dietologo Bonnie Taub-Dix.

E proprio quell’ingestione d’aria può trasformare il nostro intestino in una sorta di palloncino. Ricordiamo inoltre che la maggior parte delle gomme contiene polioli, chiamati anche polialcoli o zuccheri-alcol, che possono a loro volta generare gas e conseguentemente gonfiori. Il chewing senza zucchero, dal canto suo, contiene generalmente sorbitolo, che, secondo Rubin, può dare problemi allo stomaco e all’intestino, gonfiore compreso.

2. Non mastichiamo abbastanza!

non masticare abbastanza gonfia la pancia
Fonte: Web

Stiamo per darvi un (altro) ottimo motivo per iniziare a mangiare correttamente e a masticare lentamente.

La digestione comincia in bocca, e non nello stomaco,

spiega la nutrizionista Rania Batayneh, autrice di “The One One One Dieta”, ossia la dieta basta sulla formula 1:1:1. A ogni masticazione, non solo sminuzziamo il cibo rendendolo così più facilmente digeribile, ma lo combiniamo con la saliva e con gli enzimi necessari alla digestione. Ogni boccone è un’ottima opportunità per mettere in moto questo processo, il che significa che il nostro stomaco non sarà sottoposto a lavoro extra per digerire ciò che abbiamo mangiato, e quindi ridurremo le possibilità di formazione di gas. Ricordiamoci dunque di masticare, e di masticare lentamente!

3. Beviamo con la cannuccia!

bere con la cannuccia gonfia la pancia
Fonte: Web

Di certo una bella cannuccia colorata rende il nostro frullato mattutino ancora più Instagram-friendly, ma ciò non significa che stiamo facendo un favore al nostro organismo. Anzi.

Ogni volta che beviamo con la cannuccia, prima del liquido ingeriamo aria,

afferma Taub-Dix, titolare di Better Than Dieta, uno studio di consulenza nutrizionale, nonché autore di libri sull’argomento.

Sorseggiare con la cannuccia, dunque, non è una buona idea: evitiamolo se vogliamo risparmiare al nostro stomaco inutili disagi!

4. Russiamo!

russare gonfia la pancia
Fonte: Web

Ci sentiamo gonfie già al mattino appena alzate?

Probabilmente russate durante la notte o, quanto meno, respirate con la bocca,

chiarisce Rubin, osservando che la maggior parte delle persone in lotta con il gonfiore della pancia è anche alle prese con le apnee notturne. Per capire se è il nostro caso, domattina guardiamo il nostro stomaco: se ci sembra più gonfio rispetto a quando siamo andate a letto, prendiamo in considerazione un appuntamento con un medico, magari uno specialista dei disturbi del sonno, per capire come smettere di russare o almeno per alleviare il problema.

5. Stiamo esagerando con le fibre!

Fonte: Web
Fonte: Web

Ok, le fibre possono favorire il senso di sazietà e possono aiutarci nella dieta, oltre ad avere virtù benefiche per il cuore. Ma prima di eccedere con i cereali o di abbuffarci di cavolini di Bruxelles, fermiamoci un attimo.

Assumere le fibre in un sol colpo può causare parecchio gonfiore,

chiarisce Taub-Dix. Meglio è aumentare la dose di fibre quotidiane gradualmente: questo darà al nostro stomaco più tempo per abituarsi e per iniziare a produrre gli enzimi necessari per digerire le fibre senza problemi. Potremmo anche privilegiare le fibre provenienti da alimenti non trasformati come verdure, frutta o cereali integrali. Molti cibi confezionati, infatti, sono addizionati con inulina, una fibra solubile particolarmente impegnativa per lo stomaco, secondo una ricerca pubblicata sul Journal of the American Dietetic Association.

6. Siamo stressate!

lo stress gonfia la pancia
Fonte: Web

Quale sventura non è causata dallo stress?! Gli ormoni possono influire (negativamente) sul nostro apparato digerente e provocare gas e gonfiore. Una condizione che affligge ulteriormente le persone abituate a correre per tutto il giorno, a mangiare rapidamente alla scrivania, a saltare persino le pause per andare in bagno e a non respirare profondamente durante i momenti di ansia, afferma Batayneh.

La soluzione, magari non definitiva, c’è: gestiamo i fattori di stress con una terapia cognitivo-comportamentale o attraverso tecniche di rilassamento, che possono aiutare a prevenire o alleviare il gonfiore, secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Gastroenterology.

Insomma, se soffriamo di gonfiore addominale legato a una o più di queste abitudini, la soluzione per sgonfiare la nostra pancia è piuttosto semplice! Che ne dite, amiche?