La depressione invernale è un problema serio di cui non si parla mai abbastanza. Per contrastarlo, sono utili speciali tipi di lampade, chiamate lampade SAD – dall’inglese seasonal affective disorder – in grado di compensare l’assenza di luce naturale e dare immediato sollievo.

Nelle fredde e buie giornate invernali molto persone sono colpite da un generale senso di malessere che provoca un abbassamento dell’umore e dell’energia, una maggiore stanchezza e irritabilità, nonché un senso generale di tristezza.

In questi casi si tende a dormire e a mangiare di più, e ci si sente pigri e demotivati. Questo disturbo emotivo stagionale può essere combattuto efficacemente con la terapia della luce.

8 videogiochi che aiutano chi soffre di ansia o di depressione
10

La ricerca ha infatti dimostrato che le lampade o le scatole luminose che imitano la luce solare possono stimolare la produzione di serotonina – un neurotrasmettitore che regola l’appetito e migliora l’umore – e combattere i sintomi del SAD. Oltre il 60% delle persone che hanno provato questo trattamento si è detto molto soddisfatto dei risultati ottenuti.

Come scegliere una lampada SAD

La lampada SAD è un dispositivo medico e per questo bisogna sceglierla con attenzione, partendo dalle dimensioni. È assolutamente indispensabile, inoltre, che sia dotata di filtro anti-ultravioletti.

Lampada SAD con luce solare diurna. Potenza 10000 Lux e senza raggi UV

Lampada SAD con luce solare diurna. Potenza 10000 Lux e senza raggi UV

Lampada SAD a spettro completo con potenza di 10.000 lux. Priva di raggi UV.
25 € su Amazon
Pro
  • Priva di raggi UV
  • Luce regolabile
  • Staffa regolabile
Contro
  • Luce non particolarmente calda

“In Italia questo prodotto non è dispensato dal Servizio sanitario nazionale”, ha affermato Giancarlo Cerveri, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Psichiatria di Lodi, in un’intervista al Corriere della Sera. “Pertanto chi volesse procurarselo deve affidarsi a rivenditori che propongono lampade con buone caratteristiche pur non avendo i controlli previsti per i dispositivi di tipo medico”.

Lampada SAD da 10.000 Lux con luminosità e colore regolabili (senza raggi UV)

Lampada SAD da 10.000 Lux con luminosità e colore regolabili (senza raggi UV)

lampada da 10.000 lux
Lampada SAD da 10.000 lux che presenta diversi tipi di luce regolabili a proprio piacimento.
58 € su Amazon
Pro
  • Luce potente
  • Facile da usare
  • Diversi tipi di luce
  • Leggero
Contro
  • I pulsanti possono bloccarsi
  • Spinotto ingombrante

Come si usa una lampada SAD

Ma come si usano queste lampade? Solitamente si consiglia di stare seduti vicino alla lampada per circa mezz’ora ogni mattina. Benché possa sembrare una terapia semplice da mettere in atto, non lo è affatto: per far sì che funzioni, infatti, occorre regolare l’intensità e l’angolazione della luce e scegliere il giusto tipo di lampada (o scatola). È consigliabile, inoltre, eseguire il trattamento sempre alla stessa ora del giorno.

Lampada SAD con potenza 10.000 Lux SAD a spettro completo (no raggi UV)

Lampada SAD con potenza 10.000 Lux SAD a spettro completo (no raggi UV)

Lampada SAD con potenza 10.000 lux e a spettro completo. No raggi UV.
Compra su Amazon
Pro
  • Luce potente
  • Spettro completo
  • No raggi ultravioletti
Contro
  • Pulsanti piccoli

Proprio a causa della difficoltà di applicazione, si consiglia di mettere in pratica la terapia sotto la guida di un operatore sanitario.

Controindicazioni

La terapia della luce può non essere la soluzione migliore se hai problemi agli occhi o non sopporti l’esposizione prolungata a una luce intensa.

In questo caso esistono diverse altre soluzioni su cui ripiegare, come la simulazione dell’alba: una lenta e graduale introduzione in camera da letto della luce mattutina ti permetterà di svegliarti in modo meno brusco, senza intaccare il tuo umore.

“Esistono anche altre possibili cure”, ha dichiarato il dottor Giancarlo Cerveri, “come il triptofano, un amminoacido che si può assumere sotto forma di integratore e che una volta entrato nell’organismo si trasforma in serotonina: potrebbe essere un modo per spingere l’organismo ad incrementare la produzione di questo neurotrasmettitore nel periodo invernale. Su questo intervento esistono degli studi, ma non ci sono dati sufficienti per ritenerlo sicuramente efficace. Alcuni autori hanno proposto con risultati interessanti l’utilizzo della melatonina per riportare in ritmo il ciclo sonno-veglia, che nei soggetti che soffrono di SAD è spesso alterato”.

Articolo originale pubblicato il 29 Novembre 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!