Settembre, tempo di ripresa, di nuove sfide e di buoni propositi dopo le vacanze. Uno fra tutti, quello di mantenere la forma fisica e il benessere acquisito durante il periodo estivo, magari optando per un’attività dinamica e piacevole come la camminata metabolica.

La camminata metabolica è una specifica tecnica di camminata che va a stimolare e potenziare la muscolatura del corpo. Non solo una semplice passeggiata, quindi, ma una vera e propria attività di fitness capace di tonificare il corpo e portare grandi benefici all’intero organismo, in modo semplice e salutare. Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta e come si esegue la camminata metabolica.

Camminata metabolica: cos’è?

Per prima cosa è bene capire esattamente cosa si intende con il termine camminata metabolica. Non una semplice passeggiata come già anticipato, ma una vera e propria tecnica di camminamento volta a far lavorare la muscolatura in ogni sua parte, tonificandola e portando moltissimi benefici al corpo intero.

Una sorta di marcia, una camminata veloce da eseguire a passi lunghi e integrando l’atto stesso del camminare con esercizi mirati volti alla tonificazione del corpo e della muscolatura, come squat, affondi, specifici movimenti delle braccia e del busto, camminando in modo funzionale e più tecnico rispetto al normale atto che tutti svolgiamo per spostarci da un luogo a un altro.

Un’attività ideale per rimettersi in forma e che, proprio per come viene svolta, porta con sé tantissimi benefici.

Tavoletta propriocettiva: cos'è, come si usa e con quali benefici per il corpo

I benefici della camminata metabolica

Come detto, scopo della camminata metabolica è quello di camminare in modo efficace e funzionale. Di fatto, quindi, quello che accade durante la pratica è che tutto il corpo viene stimolato portando a tantissimi vantaggi come:

  • una grande stimolazione della muscolatura;
  • maggior sviluppo e potenziamento dei muscoli di tutto il corpo;
  • miglioramento della postura;
  • maggior equilibrio fisico;
  • definizioni dei muscoli delle gambe e delle braccia,
  • tonificazione di glutei e gambe;
  • riattivazione della circolazione e della micro circolazione;
  • riduzione di problemi come la ritenzione idrica o la cellulite.

Ma anche:

  • diminuzione della tensione accumulata su spalle e collo,
  • rilassamento mentale e fisico (a livello di contratture);
  • diminuzione dello stress e degli stati di ansia.

In generale, un maggior stato di benessere sia fisico che mentale: tutte buonissime ragioni per provare questo genere di camminata e godere dei tanti benefici appena descritti.

10000 passi al giorno posso davvero cambiare la vita?

Come si pratica?

Per praticare in modo efficace la camminata metabolica, però, è bene seguire alcune “regole” e affidarsi a persone esperte che possano insegnarvi i movimenti corretti da eseguire e i vari esercizi da praticare durante l’attività stessa.

La prima cosa da fare, quindi, è procurarsi il corredo adatto alla pratica. Tuta o comunque un abbigliamento comodo e traspirante, scarpe da ginnastica e due attrezzi specifici: una F-Band, ovvero una cintura utile ad eseguire  in modo corretto sia gli esercizi per le braccia che le torsioni con il busto e una cuffia wireless per poter ascoltare la voce e le diverse indicazioni del vostro personal trainer o dell’istruttore.

Una seduta tipo di camminata metabolica dura circa un’ora, viene svolta all’aperto, a contatto con la natura e in ambienti che permettano di ritrovare la serenità e il proprio equilibrio interiore, sia in gruppo che da soli (ovviamente con  la voce del coach). Si esegue camminando a passi lunghi che vengono alternati con esercizi posturali mirati e vari movimenti di ginnastica, per esempio, tenendo le braccia a 90° per evitare che si gonfino, o eseguendo piccole torsioni del busto che aiutano a sviluppare la muscolatura profonda dell’addome.

Un allenamento completo che unisce la pratica fisica con la cura di ciò che si ha dentro, per un benessere diffuso e duraturo.

Mai provato il fitwalking? 5 motivi per cui è meglio della corsa

Esistono controindicazioni alla camminata metabolica?

Una tipologia di pratica che ben si adatta a persone di età diversa. E che quindi può essere praticata quasi da chiunque. Unico requisito fondamentale è che il soggetto sia in grado di camminare in modo autonomo, senza particolari impedimenti che possono ostacolare la pratica stessa e portare a conseguenze poco piacevoli o sollecitazioni non sostenibili.

Inoltre è bene eseguire degli allenamenti preventivi per imparare bene la tecnica di camminata e applicarla correttamente durante l’attività, ottenendo così risultati immediati e un benessere che invaderà tutto il corpo e la mente fin dalle primissime sedute.

Articolo originale pubblicato il 26 Agosto 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!