diredonna network
logo
Stai leggendo: Cancro al seno: sostieni la prevenzione!

Anche gli uomini si ammalano di cancro al seno

"Borotalco cancerogeno": maxi risarcimento da Johnson & Johnson a una donna con cancro alle ovaie

L'hydrobike è davvero utile per combattere cellulite e chili in eccesso?

Scialorrea: chi ne soffre e da cosa dipende

Congestione: perché è così frequente in estate?

Pillola dell'aborto: 4 cose che devi sapere

Talidomide, le vittime del farmaco che li ha resi bimbi e adulti mutilati

Trapianto per Selena Gomez: la sua migliore amica le dona un rene

Lady Gaga: "Ho la fibromialgia, parlarne è difficile ma può aiutare molti"

La malinconia: significato, cure, tradizione culturale

Cancro al seno: sostieni la prevenzione!

La Lilt promuove la 29esima edizione della campagna Nastro Rosa. È una campagna volta a sensibilizzare le donne verso la prevenzione del tumore al seno. Consulta anche tu il sito ufficiale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori!
Fonte: Web
Fonte: Web

Il cancro al seno è una malattia difficile da prevenire e da diagnosticare: dalle ultime statistiche la diagnosi precoce si ha nel 46% dei casi al Nord e soltanto nel 26% dei casi al Sud.  Le diagnosi della neoplasia femminile ha avuto un aumento del 14% negli ultimi 6 anni. È un grande traguardo, ma non basta.

Nel 30% dei casi, questa problematica si manifesta prima dei 50 anni. Gli oncologi e le statistiche affermano che la diagnosi precoce può essere di grande aiuto e che le donne di qualunque età devono attivarsi e soprattutto non devono avere paura.

Paolo Veronesi, presidente della Fondazione Veronesi e direttore della Unità di chirurgia senologica integrata dello Ieo che dedica alla Campagna di sensibilizzazione e informazione il progetto Pink is Good, dice: “Nel nostro paese si fa ancora poco, esistono gli screening a livello regionale ma con limiti importanti. Un limite è l’età: si parte dai 50 fino ai 69 anni per eseguire l’esame mammografico, ma sappiamo che il tumore sempre più spesso anticipa. L’altro è la scarsa accuratezza diagnostica. Oggi si richiede alle donne uno sforzo in più per sottoporsi anche su base volontaria alla mammografia e all’ecografia a cominciare dai 40 anni e in alcuni casi dai 35 se c’è familiarità, personalizzando al massimo la scelta delle indagini necessarie. Nonostante l’incidenza del tumore mammario stia ancora aumentando, le donne che guariscono sono sempre di più grazie alla diagnosi precoce e alle terapie mirate come dimostra la revisione dei lavori più recenti con i quali abbiamo aggiornato “Libertà di sapere, libertà di scegliere” il quaderno dedicato a informare le donne».

Ad ottobre ritorna un grande appuntamento: la Campagna internazionale di prevenzione del tumore al seno.  È la campagna Nastro Rosa ideata e promossa dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) giunta alla 29esima edizione. Durante il mese di ottobre è possibile effettuare controlli clinici strumentali e visite senologiche in modo gratuito presso gli ambulatori Lilt presenti in tutta Italia. È possibile prenotare la visita tramite il sito ufficiale della Lilt.

Combattere e vincere la malattia è possibile.

Non bisogna avere timore e bisogna recarsi periodicamente nei centri specializzati per questi controlli.

Sostieni anche tu la campagna Nastro Rosa.