Una nuova ricerca ha scoperto che lo svapo causa lo stesso rischio di malattie cardiache del fumo di sigaretta. Lo studio è stato portato avanti prima su un campione di topi e poi sugli esseri umani.

In entrambi i case studies si è constatato che lo svapo provoca danni ai vasi sanguigni, rendendo le persone suscettibili alle malattie cardiovascolari tanto quanto il fumo.

Nel loro studio con gli esseri umani, i ricercatori hanno osservato l’analisi del sangue di 120 volontari. Tra di essi c’erano fumatori cronici di sigarette elettroniche, fumatori di sigarette tradizionali e persone che non fumano.

La follia della "Flapper Diet": sigarette e sedano per perdere peso
11

I ricercatori hanno definito gli utenti di sigarette elettroniche cronici come coloro che svapano più di cinque volte a settimana per più di tre mesi. I fumatori di sigarette tradizionali a lungo termine, invece, sono stati considerati coloro che fumano più di cinque sigarette al giorno.

Si è quindi passato all’osservazione di quante molecole potrebbero passare da uno strato di cellule all’altro: più passano, maggiore è il rischio di malattie cardiache.

I risultati, pubblicati sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis, and Vascular Biology, hanno rilevato che i fumatori cronici di sigaretta elettronica e i fumatori di tabacco sono ugualmente a rischio.

I maschi che svapano rischiano la disfunzione erettile. I dati dello studio

Matthew Springer, ricercatore principale che ha portato a termine lo studio e professore di cardiologia presso l’Università della California, ha dichiarato: “Nel nostro studio abbiamo scoperto che i consumatori cronici di sigarette elettroniche avevano una funzionalità dei vasi sanguigni alterata. Questo potrebbe esporli maggiormente all’insorgenza di malattie cardiache”.

“Siamo rimasti sorpresi di scoprire che non c’era un singolo componente che si potesse rimuovere per bloccare l’effetto dannoso del fumo o dei vapori sui vasi sanguigni”, ha continuato Springer. Questo significa che “finché c’è un irritante nelle vie aeree, la funzione dei vasi sanguigni può essere compromessa”.

Springer ha inoltre precisato che quando si combinano fumo e svapo, il danno ai vasi sanguigni aumenta. “L’utilizzo dei due prodotti insieme, cosa che fanno molte persone, potrebbe aumentare i rischi per la salute rispetto all’uso individuale”, ha affermato Springer.

Una ricerca del British Medical Journal ha rilevato che, se proprio non si riesce a fare a meno del fumo, può essere meno dannoso per la salute fumare sigarette elettroniche saltuariamente. “Lo svapo di nicotina è molto meno dannoso del fumo di sigarette a breve e medio termine”, si legge nello studio. “Ma non è privo di rischi e sono necessari studi più a lungo termine sugli effetti di questo tipo di fumo”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!