Calze a compressione graduata: i benefici per la salute delle gambe - Roba da Donne

Calze a compressione graduata: i benefici per la salute delle gambe

Le calze a compressione graduata sono veri e propri presidi medici studiati per curare o prevenire patologie relative alla circolazione.

Le calze a compressione graduata non sono semplicemente calze strette o particolarmente attillate: sono veri e propri presidi medici studiati e progettati con attenzione per quelle persone che soffrono di patologie relative alla circolazione (insufficienza venosa, per esempio, con conseguenti vene varicose) o che le vogliono prevenire, andando ad agire sulla compressione esercitata dal sangue sulle pareti delle vene.

Non a caso vengono prescritti da medici specialisti e, alla stregua dei medicinali, sono detraibili fiscalmente.

Calze a compressione graduata: a cosa servono?

Le calze a compressione graduata aiutano il corretto flusso sanguigno. La compressione è una sorta di micro massaggio che aiuta a prevenire il ristagno di liquidi, le vene varicose e a favorire l’ossigenazione muscolare. In che modo? Stimolando e favorendo la circolazione venosa del sangue dalle gambe verso il cuore, dunque la sua risalita.

Per garantire una maggiore fluidità al sangue la compressione, però, deve essere graduata: ciò significa che quella esercitata dal collant sulle pareti dei vasi deve essere decrescente dal basso verso l’alto. Insomma, sul piede e sulla caviglia ci deve essere maggiore compressione rispetto al ginocchio, proprio per facilitare la risalita del sangue. La compressione adatta a ogni singola persona varia a seconda della problematica e della sua gravità.

Calze a compressione graduata: come sono fatte?

A seconda del grado di compressione esercitata è possibile suddividere le calze in quattro classi, stabilite dallo standard di riferimento internazionale RAL GZ 387:

  • leggera (compressione alla caviglia di 18-20 mmHg);
  • moderata (compressione alla caviglia di 21-32 mmHg);
  • forte (compressione alla caviglia di 33-46 mmHg);
  • molto forte (compressione alla caviglia maggiore di 49 mmHg).

L’unità di misura, mmHg, sta per millimetri di mercurio.

Si distinguono poi:

  • calze a compressione graduata per uso medicale e terapeutico: sono quelle antiembolo, antiulcera, antitrombosi. Sono realizzate in filati di poliammide ed elastan, materiale che le rende molto elastiche, facilmente lavabili e igieniche. Solitamente il filato è caratterizzato da una particolare morbidezza ed è antiallergico perché privo di lattice. Sono tradizionalmente di colore bianco, con un foro in corrispondenza delle dita del piede;
  • calze riposanti o preventive: sono state progettate per essere indossate per lunghi periodi e offrire una sensazione di comfort prolungata nel tempo. Sono indicate come dispositivo per il recupero della fatica dopo attività sportive, oppure le usano coloro che compiono lavori stancanti e che richiedono di trascorrere molto tempo in piedi (commesse, cassiere, parrucchiere, cuoche, infermiere, cameriere). Il filato è composto per oltre il 65% da cotone, che le rende morbide e adatte all’uso quotidiano.

Calze a compressione graduata: i benefici

Le calze a compressione graduata sono il dispositivo più efficace e completo per contrastare l’insufficienza venosa e alleviarne i sintomi, che sono gonfiore, edema e sensazione di gambe pesanti. Inoltre aiutano lo svuotamento venoso agendo come una vera e propria pompa supplementare. Vengono impiegate, per esempio, quando si è in presenza di vene varicose o altre patologie a carico degli arti inferiori, come i linfedemi e la flebite. Sul fronte preventivo, invece, si usano per prevenire la formazione di trombi, per esempio nei pazienti allettati dopo un intervento chirurgico.

Riattivando la circolazione, se ne trae un’immediata sensazione di leggerezza e i benefici sono anche di natura estetica, perché le gambe appaiono più sgonfie già dal momento stesso in cui le si infila.

Calze a compressione graduata: 6 modelli

A seconda della patologia e del suo livello di problematicità, si deve intervenire con un’adeguata compressione. Per questo è fondamentale conoscere le diverse tipologie di prodotti in commercio, per capire l’effettiva esigenza di ogni persona. Fondamentale è chiedere parere al medico.

In rete ci sono diversi prodotti disponibili, diversi per materiali e ovviamente per grado di compressione esercitato oltre che per modello: gambaletto, autoreggente, collant o monocollant. Molta attenzione bisogna prestare anche nella scelta della taglia, perché qualora le calze fossero troppo strette potrebbero ostacolare la circolazione, mentre qualora fossero troppo grandi non si otterrebbe la giusta compressione e non si trarrebbe alcun beneficio dal loro utilizzo. La scelta deve cadere sulla taglia in cui rientrano tutti gli intervalli delle misure prese, che possono leggermente variare a seconda dell’azienda produttrice. Visto che si può avere qualche difficoltà nell’indossarle, in commercio esistono anche appositi infilacalze, per agevolarne la calzatura.

Ecco le calze a compressione graduata che le acquirenti hanno maggiormente apprezzato.

1. Calze Healifty

calze a compressione graduata

Calze a compressione graduata dotate di cerniera, adatte sia a uomini che a donne. Chi le ha acquistate ne parla come di un buon prodotto: calze utili e conformi alla descrizione.
Acquista ora su Amazon.

2. Calze Relaxsan

calze a compressione graduata

Gambaletti preventivi a compressione graduata, con punta aperta e tallone rinforzato, indicati per disturbi circolatori, terapia di trombosi, flebiti, edemi e dopo operazioni chirurgiche. Le acquirenti apprezzano soprattutto l’utilissima tabella per le taglie e il tessuto: morbido e a rapida asciugatura.
Acquista ora su Amazon.

3. Calze Manon

calze a compressione graduata

Calze a compressione graduata media disponibili in diverse colorazioni, clinicamente testate e con cuciture piatte e maglia a rete. Il prodotto è giudicato conveniente: buona la compressione su caviglie e intera gamba.
Acquista ora su Amazon.

4. Calze CalzItaly

calze a compressione graduata

Collant premaman a compressione media, con tassello in cotone, punte rinforzate e cuciture piatte ancora più confortevoli, per accompagnare la futura mamma lungo i nove mesi di gravidanza, quando la crescita del pancione può gravare sulla circolazione, causando gambe stanche e indolenzite. Hanno un effetto riposante durevole, infatti le acquirenti ne hanno apprezzato i benefici sulle caviglie gonfie e per contrastare la sensazione di pesantezza agli arti inferiori.
Acquista ora su Amazon.

5. Calze MD

calze a compressione graduata

Massaggiano le gambe stanche e doloranti e aiutano a prevenire e curare: affaticamento, rigidità, dolore, gonfiore, vene varicose, flebiti, trombosi e fasciti plantari. Punta e tallone rinforzati, tessuto traspirante di lunga durata,  materiali lavabili in lavatrice. Le acquirenti hanno giudicato queste calze robuste, comode e funzionali.
Acquista ora su Amazon.

6. Calze Danish Endurance

calze a compressione graduata

Gambaletti pensati per dare sollievo agli arti inferiori e migliorare la circolazione, garantendo un rapido recupero muscolare nei polpacci e nelle caviglie doloranti. Prevengono le gambe gonfie e affaticate a seguito di lunghe giornate di lavoro passate in piedi, viaggi in aereo, sport, gravidanza, infortunio o intervento chirurgico. Sono un prodotto apprezzato e di qualità, anche se gli acquirenti specificano che non sono economiche.
Acquista ora su Amazon.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...