La battaglia di Ryan Reynolds: “Soffro d’ansia, ne ho sempre sofferto”

La battaglia di Ryan Reynolds: “Soffro d’ansia, ne ho sempre sofferto”
Magdalena Wosinska
Foto 1 di 13
Ingrandisci

Ryan Reynolds il bello e bravo attore canadese naturalizzato statunitense, marito della bellissima Blake Lively e padre di due figli, ha ammesso in un’intervista per il New York Times di soffrire di disturbi d’ansia. A quanto pare, nonostante si mostri apparentemente così sereno, l’uomo è vittima di frequenti attacchi d’ansia. È stato lui stesso a dichiararlo, proprio durante il mese di maggio, in occasione del mese della sensibilizzazione alla salute mentale.

11 motivi per cui amiamo Blake Lively e Ryan Reynolds
12

L’attore racconta di soffrire d’ansia fin dall’infanzia, forse come conseguenza della severità paterna, anche se Ryan non vuole incolpare il padre di nulla, perché proprio grazie a lui è diventato la persona che è. Ha ammesso che prima di ogni intervista è divorato dalla paura e spesso e volentieri è colpito dalla nausea. Per questo afferma che fare interviste nei panni dei personaggi che sta interpretando, come Deadpool, lo aiuta molto, perché in questo modo può nascondersi ed essere qualcun altro.

È un bene che persone come Ryan Reynolds parlino di questo disturbo, che è sempre più diffuso. Secondo l’Associazione Americana per l’Ansia e la Depressione, l’ansia è il disturbo mentale più comune negli USA, con più di 20 milioni di casi l’anno.

Sfogliate la gallery per scoprire le parti e le dichiarazioni più salienti dell’intervista.