Vi è mai capitato di provare un profondo bruciore alla bocca, alle labbra, alla lingua? Se non bruciore, addirittura dolore? Se vi è successo, è possibile che siate incappati nella cosiddetta sindrome della bocca urente, un problema di salute localizzato al cavo orale che può avere delle intensità variabili nei sintomi e che a volte va via da solo. Tuttavia questo non deve rassicurarvi: se il problema non viene curato bene e una volta per tutte, è molto probabile che tornerà ad assillarvi.

Come sempre qui diamo delle indicazioni di massima, un punto di partenza per informarsi ma poi cercare nozioni più precise e dettagliate prima dal proprio medico di base e poi da uno specialista – in base alla causa che ha scatenato la sindrome della bocca urente. Non abbiate paura, perché si può risolvere, ma solo se appunto la causa viene stabilita con certezza e il trattamento viene effettuato con efficacia, e questo lo può fare solo un medico.

Cos’è la sindrome della bocca urente?

Bocca urente
Fonte: iStock

Come spiega Humanitas, altri modi per definire la sindrome della bocca urente sono stomatopirosi o più semplicemente bruciore alla bocca. Si tratta di un’infiammazione del cavo orale, che presenta una serie di sintomi localizzati in bocca.

Lingua a carta geografica: cos'è e come si cura

Bocca urente: i sintomi

Msd Manuals elenca i diversi sintomi di questa condizione, che tuttavia può essere alleviata mentre si mangia o si beve, avere un’intensità costante o aumentare o ridurre nelle diverse ore della giornata. Questi sintomi consistono in:

  • dolore all’interno della bocca, in particolare alla lingua;
  • bruciore alla lingua, alle labbra e alla bocca;
  • formicolio alla lingua, alle labbra e alla bocca;
  • intorpidimento della lingua, delle labbra e della bocca;
  • secchezza delle fauci;
  • alterazione del gusto;
  • bocca amara.
Le cause delle macchie sulla lingua

Le cause della sindrome della bocca urente

Bocca urente
Fonte: iStock

La bocca urente è talvolta idiopatica: questo riguarda le donne in menopausa, ed è legato a un problema che interessa i nervi nocicettivi e del gusto. Tuttavia la condizione può essere invece provocata da un’altra malattia o condizione, ma anche da “incidenti domestici” e quindi da:

  • candidosi;
  • herpes simplex alle labbra;
  • afte;
  • allergie di natura alimentare;
  • ustioni alla bocca durante il pasto;
  • reflusso gastrico o gastroesofageo;
  • diabete;
  • ansia;
  • depressione;
  • stress;
  • gastrite;
  • carenza di ferro o vitamine;
  • inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotestina.
Per quanto tempo bisogna spazzolare i denti perché siano davvero 'lavati'?

Sindrome della bocca urente: cura e trattamento

Per capire come curare la sindrome della bocca urente è chiaramente necessario comprendere cosa l’abbia provocata: è davvero importante, perché se la causa non viene identificata efficacemente, la condizione può tornare.

In generale è sempre bene rivolgersi a un medico, ma si rende importantissimo farlo quando la stomatopirosi dura un po’ di giorni e soprattutto se si sa di soffrire di alcune malattie o condizioni che, per certo causano questo problema di salute. Si agirà quindi sulla causa e non sul sintomo.

Non esistono veri e propri esami diagnostici della stomatopirosi, per cui si dovrà procedere per esclusione delle cause e poi passare alla cura che va in due direzione: alleviare i sintomi e risolvere appunto il problema alla base.

Per alleviare i sintomi tuttavia esistono dei rimedi naturali che tuttavia sono solo soluzioni tampone e non risolvono il problema alla radice – tuttavia è sempre bene chiedere prima un parere allo specialista. Sono:

  • applicazione di gel o oli antisettici;
  • applicazione di cubetti di ghiaccio;
  • bere acqua fresca;
  • bere latte e miele;
  • masticare chewing-gum privi di zucchero;
  • non fumare;
  • non consumare cibi piccanti o acidi;
  • non consumare alcolici;
  • non usare il collutorio.

Tutte le bevande fresche come l’acqua e il latte hanno infatti un carattere lenitivo, mentre ciò che è alcolico, acido o piccante, tende a irritare la bocca. Quando stiamo bene è un conto, ma se abbiamo un problema di salute relativo al cavo orale è tutt’altro paio di maniche.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!