Tania Zamparo: 'Così ho combattuto l'anoressia' - Roba da Donne

L’anoressia è un disturbo alimentare che affligge tante, troppe persone. E a volte fa capolino nelle dichiarazioni delle celebrità, che ammettono di averne sofferto. Una di queste è Tania Zamparo, ex Miss Italia che a febbraio 2020 ha raccontato durante la sua ospitata a Mattino Cinque di aver sofferto per questa malattia quando era un’adolescente.

L’anoressia non consiste semplicemente nell’ossessione del rifiuto del cibo, ma a una vera e propria distorsione della nostra immagine, della quale sentiamo di non avere controllo. E potenzialmente non fa distinzioni su chi colpire.

Nel mio caso – ha raccontato Tania Zamparo – è iniziato verso i 17, 18 anni, ma se vado a ritroso e penso alla mia storia, capisco che è iniziato molto prima. Chi mi ha aiutato? Io, me stessa. Nel periodo adolescenziale magari non si ha un rapporto idilliaco con i genitori. Anche se sarebbero le prime persone a cui rivolgersi, ma mi rendo conto che non è facile perché è un periodo delicato in cui ci si vuole affrancare dai genitori. Io mi sono rivolta a uno specialista, ma mi sono resa conto che il percorso che mi proponeva era lunghissimo. È giusto, è corretto farlo se si ha il tempo, ma nell’immediato si deve cercare di stare bene.

"Non so se l'anoressia mi lascerà mai, ma voi fatevi aiutare, vi rovinerà la vita"

L’anoressia non porta solo a un calo di peso, ma a una distruzione dell’organismo, a una drastica riduzione della massa muscolare e a una serie di ricadute drammatiche con gli organi interni. Quando si riesce ad ammettere di avere un problema, ed è questo il primo passo, si vorrebbe agire in fretta, tornare a stare bene al più presto. Ma non è facile, perché come i terapeuti cui ci si può rivolgere sanno, non bisogna lavorare sugli effetti, ma sulle cause che hanno portato al disturbo alimentare.

Non si deve arrivare a dimagrire talmente tanto da non riuscire ad alzarsi dal letto – ha aggiunto Tania Zamparo – Parlo per esperienza personale. Non riuscivo a fare una rampa di scale, non riuscivo a portare la cartella sulle spalle. Avevo perso la mia massa muscolare. Io dovevo stare bene nell’immediato. Il percorso che mi proponeva il terapista di andare a indagare motivazioni molto lontane nel tempo è giustissimo, ma io avevo bisogno di stare bene e sono ripartita dalle piccole gioie quotidiane, i piccoli motivi per cui vale la pena vivere questa vita, perdonarsi, non chiedere a se stessi troppo o di essere perfetti, non avere paura del giudizio degli altri. Sembrano cose semplici, scontate, ma a quell’età non lo sono.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire la carriera e la storia personale di Tania Zamparo.

Tania Zamparo, l'anoressia raccontata dall'ex Miss Italia: "Non riuscivo ad alzarmi"
Fonte: Instagram @ mixerplanetcom
Foto 1 di 10
Ingrandisci