Bella Hadid è una delle star che hanno contribuito ad accrescere la consapevolezza relativa alla malattia di Lyme. Si tratta di un male il cui contagio avviene per spillover (cioè dall’animale all’uomo): sono le zecche a trasmetterlo, per questo è consigliabile, quando facciamo le gite in zone boschive camminare al centro del sentiero e non avere assolutamente parti del corpo scoperte.

I sintomi della malattia di Lyme sono comuni ad altre infezioni, per cui anche una diagnosi non è sempre facile e i medici devono spesso procedere per sottrazione, escludendo cosa può non essere. Bella, come il fratello Anwar, ha scoperto di essere contagiata dopo che anche la madre Yolanda ha saputo di avere la malattia di Lyme nel 2012: l’ipotesi è che l’abbiano presa dai loro cavalli, di cui la famiglia Hadid si è sempre presa cura personalmente. E Bella avrebbe dovuto andare alle Olimpiadi per le gare equestri.

I sintomi non sono uguali per tutte le persone e inoltre la malattia di Lyme ha una fase asintomatica. Tra quelli più comuni, ci sono gli eritemi cutanei (che però non si presentano in tutti) e l’artrite nel 60-70% dei contagiati. Gli effetti possono essere devastanti e anche a lungo termine, dato che alcuni possono sfociare in pericolosissime meningiti.

Bella Hadid si è scoperta anche lei malata nel 2012 e si è ritrovata a cambiare completamente stile di vita: le feste, che ormai sono parte del suo lavoro, spesso terminano prima ed è costretta a limitare le passerelle allo stretto necessario. Perché questo male le causa molta stanchezza, ed è per questo che non se n’è accorta all’inizio: credeva di essere semplicemente stanca, invece la malattia l’aveva colpita.

Justin Bieber: eccessi e redenzioni tra malattia di Lyme e lettura della Bibbia

Tra i sintomi riscontrati da Bella Hadid ci sono appunto affaticamento, ma anche dolori articolari e deterioramento cognitivo, come riporta l’Evening Standard. In una storia di Instagram, la modella ha citato nel dettaglio di soffrire di tachicardia, sbalzi d’umore, sudore, nausea, dolori articolari, difficoltà respiratorie, insonnia, mal di testa, ansia e confusione. Il deterioramento cognitivo comporta vuoti di memoria: Bella ha infatti scoperto la malattia dopo aver provocato un incidente automobilistico, che inizialmente era stato derubricato come guida in stato di ebrezza.

Ha influenzato la mia memoria – ha raccontato in un’intervista allo Standard – quindi all’improvviso non ricordavo più come guidare da Malibu, dove vivevo, a Santa Monica. Non riuscivo a guidare. Ero troppo malata. E ho dovuto vendere il mio cavallo perché non potevo occuparmene. Se avessi avuto la possibilità di cavalcare, forse non avrei fatto la modella. Non sapevo che mi sarei ammalata.

La terapia si effettua con alcuni farmaci e si riesce a guarire, cosa che ci auguriamo faccia Bella Hadid insieme alla sua famiglia, anche se ci vuole molto tempo: scopriamo nella gallery la storia della modella.

"Nausea e ansia ogni giorno": la lotta di Bella Hadid contro la malattia di Lyme
Fonte: Instagram @ bellahadid
Foto 1 di 11
Ingrandisci