Allenare il corpo mentre si rilassa la mente è possibile, e la disciplina che permette di raggiungere questi importanti obiettivi di benessere si chiama fitness olistico, anche noto come Olit. Una tipologia di allenamento che ha come obiettivo quello di mantenere attivo e in salute il corpo ma con un’attenzione particolare al benessere della mente, per raggiungere un equilibrio psico-fisico che porti giovamento durante la vita quotidiana di chi lo pratica.

Una modalità di fitness sempre più in voga, almeno tanto quanto la ricerca personale di uno stile di vita in cui il benessere della mente è messo ai primi posti delle proprie priorità. Consapevoli che, raggiungendo la calma interiore e una sensazione di pace a livello mentale, anche il corpo tende a stare meglio e viceversa.

Ma cos’è esattamente il fitness olistico, come si pratica e con quali benefici? Proviamo a capire meglio di cosa si tratta.

Cos’è il fitness olistico?

Quando si parla di fitness olistico si intende una tipologia di pratica che al benessere del corpo unisce quello della mente, con l’obiettivo di prendersi cura di entrambi e di metterli in armonia tra loro. Come? Unendo l’esercizio fisico a tecniche di rilassamento tipiche della tradizione e filosofia orientale.

Una tipologia di allenamento che, quindi, oltre a essere altamente consigliata per riequilibrare corpo e mente e mantenerli entrambi in uno stato di benessere, può essere sperimentata da chiunque. E questo anche grazie alla varietà di discipline fisiche che rientrano sotto la definizione di fitness olistico: non una sola tipologia di sport ben definita, quindi, ma diverse discipline che abbracciano la stessa filosofia di unione tra mente e corpo, ricercandone in egual modo armonia e benessere. Il tutto optando per una pratica che si adatti alle esigenze personali e che piaccia.

Provare il fitness olistico, infatti, non è solo una questione di cura di sé a livello fisico, ma corrisponde alla volontà di farlo a ogni livello, provando anche a lasciare andare tutto ciò che appesantisce la propria parte interiore la vita stessa, imparando a rilassarsi a livello profondo e ritrovando se stessi.

Cos'è lo yoga ormonale e come si pratica

I benefici del fitness olistico

Tra i benefici che si possono ottenere praticando in modo regolare del fitness olistico, infatti, oltre a quelli fisici insiti nel movimento stesso e nella pratica scelta (come la tonificazione muscolare, la maggior mobilità articolare, il maggior equilibrio del corpo, il miglioramento delle normali funzioni corporee, ecc.), è possibile raggiungere notevoli benefici anche a livello “interiore” e mentale come:

  • la diminuzione dello stress;
  • la capacità di gestire in modo migliore situazioni di tensione o di ansia;
  • l’allentamento di tensioni a livello muscolare e mentale;
  • un maggior equilibrio interiore;
  • calma e tranquillità profonda;
  • maggior benessere mentale;
  • aumento della consapevolezza di sé e della propria capacità di ascolto;
  • aumento dell’energia e maggior capacità della gestione della stessa.

E tutto ciò che, a livello profondo, permette di avere una coscienza più profonda di sé e di ciò che si ha bisogno, permettendo di riconoscere e allontanare ciò che non ci fa bene e tenendo invece ciò che crea benessere sia dentro che fuori.

Il tutto grazie alla pratica costante di alcune attività che tipicamente rientrano in ciò che viene definito fitness olistico.

pranayama

Come si fa la respirazione ujjayi che calma il sistema nervoso e la mente

Discipline ed esercizi

Tra le discipline principali da provare per chi voglia approcciarsi al fitness olistico, per esempio, ci sono:

  • lo yogalates: una pratica che nasce dalla fusione dello yoga con quella del pilates, potendo beneficiare di entrambe le discipline e permettendo a corpo e mente di lavorare all’unisono per un benessere comune e duraturo, migliorando la propria forma fisica e il proprio stato psicologico;
  • il piloga: una pratica simile alla precedente ma il cui focus è posto sulla muscolatura e sulla colonna vertebrale oltre che su una profonda concentrazione, in questo modo si lavora per ottenere un equilibrio fisico che abbracci anche la mente, in modo armonioso e lento;
  • faceyoga: questa pratica si focalizza sul viso e sull’allenamento dei muscoli facciali, allo scopo di preservarne il naturale benessere e bellezza, combattendo i segni del tempo e l’invecchiamento cutaneo;
  • il bodyfly: obiettivo di questa disciplina di fitness olistico è l’aumento della consapevolezza del proprio corpo, eseguendo una serie di esercizi mirati e che riproducono la sensazione che si ha in volo, allenando tutto il corpo in egual misura;
  • bowspring: con questo termine si intende una tipologia di fitness olistico volto ad armonizzare la postura e l’equilibrio di chi pratica, andando a diminuire lo stress e le tensioni del soggetto e aumentando la positività interiore e la propria coscienza personale;
  • anusara inspired yoga: una particolare tipologia di yoga che unisce i movimenti tipici di questa disciplina con un focus particolare sulle intenzioni che dovrebbero spingere il soggetto verso un cambiamento;
  • pilates ballet barre è l’unione del pilates alla danza, creando un allenamento creativo, elegante, in grado di alleggerire mente e corpo e di rendere più sinuosi i movimenti che si compiono dentro e fuori la pratica;
  • flowfusion HIIT: questa tipologia di fitness olistico prevede degli esercizi volti al dimagrimento del soggetto e alla tonificazione muscolare, unendo esercizi cardio con asana dello yoga, per una pratica che unisca mente e corpo in modo armonioso.
Booty barre: cosa succede se metti insieme danza, yoga e pilates

Le controindicazioni al fitness olistico

Queste attività portano benefici se ci si concentra sul qui e ora e se ci si approccia all’attività con gentilezza e attenzione verso ciò che si sta facendo e verso di sé, senza strafare e senza anticipare i tempi. In questo modo, con il giusto approccio e intenzioni, il fitness olistico non presenta controindicazioni, proprio perché volto al benessere di corpo e mente e alla presa coscienza di sé.

Muovendosi in accordo con il proprio livello fisico e con amore verso se stessi e verso ciò che si sta facendo, per un benessere che sia davvero completo e profondo, in ogni sua parte e ovunque lo si voglia indirizzare.

Articolo originale pubblicato il 24 Gennaio 2023

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!