Cosa si fa dopo aver avuto un rapporto sessuale? Ogni donna ha una risposta diversa a questa domanda, in base al proprio vissuto e in base al tipo di relazione o non-relazione che la lega al partner e anche all’orario del giorno in cui avviene il rapporto.

Cioè, se si fa sesso la sera sul tardi, c’è chi risponderà che si va a dormire. Chi è in una relazione consolidata si dedicherà alle coccole di rito. Chi ha un rapporto occasionale a volte non vede l’ora di rivestirsi e andarsene prima che si inizi a parlare di cose imbarazzanti.

Ma più delle azioni che compiamo è fondamentale conoscere quelle che dovremmo compiere per la nostra igiene personale, per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili e le infezioni del tratto urinario, per tutelare la salute riproduttiva. Blood and Milk ha compilato un elenco di queste azioni: ecco quali sono.

1. Controllare il preservativo

Rapporto sessuale
Fonte: Pixabay

Il preservativo va sempre controllato dopo un rapporto, per assicurarsi che non si sia rotto o che qualche pezzetto non sia rimasto all’interno della vagina. C’è un rischio ovvio, quello di una gravidanza indesiderata, ma anche del contagio con malattie sessualmente trasmissibili o lo sviluppo di particolari infezioni.

Verruche genitali: quelle escrescenze sulla vagina che ci lanciano l'allarme

2. Urinare dopo il rapporto

Dopo aver fatto sesso, è sempre buona norma fare la pipì. E vale sia per le donne che per gli uomini. L’urina espelle i batteri (che possono risalire l’uretra durante il rapporto) e quindi si può prevenire in questo modo un’infezione del tratto urinario, ma anche gli spermatozoi vaganti che rischiano di provocare una gravidanza indesiderata. Se si beve molta acqua prima del rapporto, i batteri verranno eliminati più in fretta dall’organismo.

3. Pulire delicatamente i genitali

Rapporto sessuale
Fonte: Pixabay

L’interno della vagina è autopulente, per cui il doccino profondo è da evitare accuratamente. L’esterno della vagina può e deve essere però lavato, soprattutto dopo il sesso, con acqua abbondante e sapone neutro e delicato, possibilmente inodore. Dopo essersi lavate, o si sceglie di non indossare biancheria intima se si deve andare a dormire, oppure la si indossa rigorosamente di cotone.

4. Lavarsi sempre le mani

Con l’epidemia di coronavirus abbiamo scoperto che è un’azione tutt’altro che scontata. Comunque lavarsi le mani dopo un rapporto serve a eliminare i batteri che possono essersi raccolti su queste estremità a causa del contatto con i genitali del partner e i suoi fluidi. Anche le mani vanno lavate con acqua e sapone neutro.

5. Pulire i sex toy

Rapporto sessuale
Fonte: Pixabay

Si deve ricordare che, nel caso i propri sex toy vengano condivisi con altre persone, per esempio con il partner, è preferibile coprirli con un preservativo prima dell’utilizzo. Dopo l’utilizzo, sia che li abbiamo usati noi, sia che li abbia usati il partner con il preservativo, i giocattoli erotici vanno puliti sempre e in maniera accurata, perché il rischio è sempre quello di infezioni batteriche. Non vi diamo consigli sulla pulizia, perché ogni modello di questi device segue delle proprie regole, ma vi basta leggere il libretto d’istruzioni che va sempre conservato.

Non solo HIV: 7 malattie sessualmente trasmissibili, poco o per nulla conosciute
15

6. Indossare vestiti puliti

È bene cambiarsi completamente dopo un rapporto sessuale, non solo per quello che riguarda la lingerie. I fluidi corporei potrebbero infatti aver macchiato i vostri capi e anche lì si possono annidare pericolosi batteri. Quindi, dopo il sesso, un nuovo completo e via.

7. Cambiare le lenzuola

Rapporto sessuale
Fonte: Pixabay

Lo stesso va fatto per il letto: cambiare le lenzuola è d’obbligo, anche se a occhio nudo non vedete macchie di fluidi corporei e ovviamente in casa non disponete di luminol. Tra l’altro potrebbero esserci macchie di diverso genere, come per esempio di lubrificante, o di tutto ciò che potreste aver usato durante il rapporto (per esempio la panna montata o il miele). L’ideale sarebbe, prima del rapporto sessuale, stendere degli asciugamani sulle lenzuola.

8. Prendere in considerazione un consulto

Se si hanno lesioni o pruriti, febbre, bruciore, noduli, odori sgradevoli è bene rivolgersi sempre a un medico per un consulto. In generale, è meglio anche fare degli esami del sangue periodici per controllare il proprio stato di salute rispetto a eventuali malattie sessualmente trasmissibili.

La discussione continua nel gruppo privato!