diredonna network
logo
Stai leggendo: Omeopatia? Una roba da donne!

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Lista dei cibi acidi e cibi alcalini: quali fanno bene e quali fanno male

Farmaci e abbronzatura: antibiotico e sole sono compatibili?

Cleptomania, sindrome delle star: quell'impulso che spinge a rubare

La dieta del Dottor Mozzi e del gruppo sanguigno: facciamo un po' chiarezza

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

Perché ti mangi le unghie? Colpa della mamma o di queste 4 cose

Omeopatia? Una roba da donne!

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute della donna pubblica i risultati di un’indagine
Omeopatia? Una roba da donne!

Le italiane adorano curarsi con i rimedi alternativi e sono seguaci assidue dell’omeopatia: ben 9 milioni di nostre connazionali hanno acquistato almeno una volta nella vita un rimedio omeopatico e il 70% ha dichiarato di essere rimasto soddisfatto e di aver ripetuto l’acquisto.

Questi dati sono emersi da una recente indagine condotta dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della donna: l’omeopatia sembra quindi un rimedio privilegiato dal gentil sesso, che tuttavia gradirebbe avere maggiori informazioni su questa medicina alternativa, in particolare perché In Italia non è possibile scrivere le indicazioni terapeutiche e la posologia sulla confezione e sul foglietto illustrativo dei rimedi omeopatici.

I problemi per cui ci si rivolge maggiormente all’omeopatia sono le malattie da raffreddamento e il rafforzamento delle difese immunitarie, attualissimi in questo periodo di influenza. Il paziente tipo dell’omeopatia, poi, è attento, scrupoloso e segue le indicazioni e i consigli del medico o del farmacista, non è di certo un facilone che cerca di curarsi con il primo farmaco da banco reperito in parafarmacia. Tutte caratteristiche tipicamente femminili: dall’indagine emerge inoltre che le donne si fanno carico anche dei problemi di salute di tutta la famiglia con l’acquisto di rimedi per curare, oltre a sé,  il marito, i figli, i genitori.