diredonna network
logo
Stai leggendo: La cura dei clown che funziona!

La sindrome di Stendhal: l'attacco di panico per eccesso di bellezza

Alopecia femminile: quando la calvizie è donna

Come eliminare una verruca plantare (e non farla tornare)

Tremore alle mani: non è sempre Parkinson. Ecco cos'è.

Lingua a carta geografica: cos'è e come si cura

Spasmofilia, la "malattia invisibile" di chi è sempre stanco

Depurativo antartico: il segreto della dieta tisanoreica

La dieta senza glutine fa dimagrire, fa male o fa bene?

"Qual è la differenza fra Balfolic e Prefolic?"

Piastrine basse: sintomi, cause e rimedi

La cura dei clown che funziona!

I maestri della filosofia applicata "Ridere per vivere"
fonte: sansalvoinpiazza.it
(foto:Web)

 

Si chiama Clown terapia, una realtà nella quale in Italia sono impegnate a vario titolo (professionisti, volontari) tra le 4 e le 5mila persone che fanno riferimento a circa 200 associazioni.

Sono clown-dottori, almeno quelli professionisti, non sono affatto solo nasi rossi e sorrisi portati in giro con apparente disinvoltura tra le corsie degli ospedali, per lo più nei reparti di Pediatria. Queste persone si impegnano tutti i giorni per far divertire e sorridere i bambini che si trovano negli ospedali.

La loro arte, dicono, è terapia.

Di quelle che fanno ancora storcere il naso alla Medicina paludata.  Eppure negli ultimi vent’anni, di studi scientifici sui benefici della risata ne sono stati condotti molti. È stato provato che ridere ha un impatto positivo sull’organismo sotto diversi punti di vista, sia fisici che psichici. A livello fisico, sembra che il riso riduca l’ansia e provochi la secrezione di beta-endorfine e catecolamine che sono analgesici naturali apportatori di sensazioni di benessere. L’Italia è in prima fila nell’ambito degli studi sulla clownterapia e la ricerca condotta su 92 bambini operati ha dimostrato che la visita dei Clown Dottori della Federazione Internazionale Ridere per Vivere è stata in grado di diminuire significativamente le complicazioni post operatorie e di un giorno il periodo di degenza.

Insomma, i clown regalano sorrisi ma anche salute!