I co-fondatori dell’azienda Nyssa, Aubrey Howard, Mia Clarke ed Eden Laurin hanno ideato un comodo specchio LED per la vulva chiamato VieVision da tenere fra le gambe per rendere più semplice il controllo dello stato di salute del proprio organo sessuale.

“La scienza ha dimostrato che è estremamente importante tenere sotto controllo la propria vulva, ma le donne raramente lo fanno”, ha affermato Ellen Kellog, socio fondatore, chief strategy officer e membro del consiglio di Nyssa. “Mia madre diceva: ‘Cosa? Nessuno vuole guardare laggiù’, ma ci sono un sacco di ragioni per farlo. Penso che dobbiamo rendere più semplice e immediato per le donne controllare la propria vulva soprattutto in presenza di prurito o dolore”.

Lo specchio presenta bordi curvi in ​​modo da poterlo tenere comodamente tra le gambe stando in piedi o sdraiati. È dotato di una morbida luce a LED che illumina senza infastidire gli occhi. La confezione include una lista di controllo approvata da un ginecologo e un’illustrazione della vulva e delle sue varie parti, utile per comprenderne il funzionamento e l’anatomia.

Come prendersi cura della vulva e cosa ci dice quando prude o è gonfia

“Con la creazione di VieVision abbiamo voluto che più persone con vulve potessero disporre di uno strumento bello ed efficace per prendersi cura della propria salute e del proprio benessere in senso pratico”, ha dichiarato Mia Clarke, co-fondatrice di Nyssa. “Volevano che avessero tutte le informazioni necessarie per effettuare controlli con regolarità”.

“Ci sono molte donne che non hanno mai nemmeno visto la propria vulva, che pure è una parte essenziale della loro anatomia. Poiché c’è ancora così tanta vergogna e stigma intorno alla vulva e così poca istruzione, molte di loro non hanno mai nemmeno pensato di controllarsi da sole”, ha asserito Clarke.

Si tratta a tutti gli effetti di uno strumento molto utile e di facile utilizzo che, si spera, possa portare più persone munite di vulva a prestare una maggiore attenzione alla salute del loro apparato genitale.

Articolo originale pubblicato il 18 Febbraio 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!