logo
Stai leggendo: Come la pillola cambia il modo in cui il nostro corpo immagazzina il grasso

Come la pillola cambia il modo in cui il nostro corpo immagazzina il grasso

Il timore di ingrassare è una delle preoccupazioni più comuni delle donne che vogliono iniziare a prendere la pillola anticoncezionale. La paura di prendere peso è infatti spesso il principale deterrente verso l’uso di questo contraccettivo, sebbene alcuni studi scientifici dicano il contrario.

Il timore di ingrassare è una delle preoccupazioni più comuni delle donne che vogliono iniziare a prendere la pillola anticoncezionale. Abbiamo tutte quella conoscente o amica che racconta di aver preso qualche chilo da quando ha iniziato ad assumerla. La paura di prendere peso è infatti spesso il principale deterrente verso l’uso di questo contraccettivo, sebbene alcuni studi scientifici dicano il contrario.

Eppure, sono diverse le donne che riportano un aumento di peso nelle settimane o mesi immediatamente successivi all’assunzione della pillola. In realtà, l’incremento di peso relativo all’assunzione della pillola è generalmente il risultato dell’aumento della ritenzione idrica e non di grasso.

Gonfiore e immagazzinamento di grasso: perché succede

Le variazioni di peso e gli inestetismi sono dovuti alla ritenzione idrica indotta dai livelli di estrogeni contenuti nella pillola. Tali livelli sono variabili, a seconda che si tratti di un prodotto con dosaggio medio, light o ultralight. Nel caso specifico, è lo specialista a individuare e consigliare il contraccettivo con il dosaggio ormonale più affine, in modo da garantire una contraccezione efficace e con disagi ridotti.

La pillola potrebbe anche cambiare il corpo delle donne in altri modi. Proprio come l’allenamento in palestra ha un impatto sulla proporzione dei muscoli, la pillola potrebbe esercitare sottili influenze sul grasso, in particolar modo nei punti dove il corpo è predisposto ad accumularlo.

L’estrogeno e il progesterone contenuti nelle pillole sono responsabili dello sviluppo di caratteristiche tipicamente femminili, come fianchi più larghi e seni più grandi, in gran parte cambiando il modo in cui il grasso viene distribuito.

È facile intuire come, in teoria, il cambiamento dell’equilibrio ormonale di una donna potrebbe alterare i punti in cui viene immagazzinato il suo grasso. Alcune ricerche, come riporta la BBC, lo hanno confermato: uno dei primi studi ha rilevato che le donne che assumono pillole con livelli più alti di estrogeni tendono ad avere corpi a forma di pera e più grasso sottocutaneo.

Tuttavia, nonostante le pillole anticoncezionali di nuova generazione siano formulate per minimizzare eventuali disagi derivanti dalla loro assunzione, è l’immagine che si ha di sé a dare tranquillità e sicurezza, anche in termini di attrattività fisica e, per molte giovani donne, la semplice idea di ritrovarsi inesorabilmente con uno o due chili in più rappresenta comunque un problema.

Quali rimedi adottare

La prima cosa da sapere è che apportare alcune modifiche alle proprie abitudini di vita può aiutare a contrastare in modo naturale la ritenzione idrica e gli inestetismi che ne conseguono. Adottare uno stile di vita sano significa svolgere un’attività fisica regolare, basta anche una passeggiata di 30 minuti al giorno, scegliere un’alimentazione equilibrata che favorisca il consumo di frutta, verdura, cereali integrali, pesce, olio d’oliva, limitare l’assunzione di cibi grassi e salati, fritture, bibite gassate e zuccherate e insaccati.

Anche un uso ridotto di pantaloni stretti e tacchi alti contribuisce all’obiettivo, poiché diminuiscono la circolazione sanguigna, favorendo l’accumulo di liquidi.

Il seno e la pillola

Fonte: stock.adobe.com

Per quanto riguarda il seno, sono molte le giovani donne a chiedersi se assumendo la pillola noteranno un aumento delle dimensioni del loro seno. A questo proposito è bene dire subito che la pillola non può in alcun modo provocare un ingrandimento permanente o definitivo del seno.

Gli ormoni contenuti nella pillola possono provocare dei cambiamenti nel volume del seno, ma si tratta solo di cambiamenti temporanei che avvengono in una percentuale modesta di casi. Solo la chirurgia può infatti modificare permanentemente la conformazione del seno. Nella maggior parte dei casi, questi cambiamenti sono il risultato di un aumento della ritenzione di liquidi.

In conclusione, la pillola potrebbe causare una modesta ritenzione idrica nei primi mesi, ma non oltre. Quindi se assumete la pillola e siete tenute sotto controllo dal vostro medico non è necessario che la interrompiate per perdere peso più velocemente o soffrir meno di stasi linfatica, ritenzione idrica o cellulite. Soprattutto se assumete la pillola per problemi di salute, come l’ovaio micropolicistico o alterazioni della mestruazione.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...