Winnie the Pooh, la metafora dei disturbi mentali - Roba da Donne

Ogni personaggio di Winnie the Pooh rappresenta un disturbo mentale

Foto 1 di 10

Winnie the Pooh è uno dei personaggi che hanno accompagnato l’infanzia di molti bambini. Tante tra noi sono rimaste legate alle sue storie e a quelle dei suoi amici, a partire dal bimbo Christopher Robin. Chi non avrebbe voluto avere degli amici tanto speciali? Eppure, tra i tanti livelli di lettura che i racconti di A.A. Milne possiedono, ci potrebbe essere un’insolita metafora legata a varie problematiche, in particolare i disturbi mentali.

È quello che si legge nello studio dal titolo Patologie nel bosco dei 100 Acri: una prospettiva del neurosviluppo su A.A. Milne. In questo studio – elaborato dai ricercatori Sarah E. Shea, Kevin Gordon, Ann Hawkins, Janet Kawchuk e Donna Smith e pubblicato Canadian Medical Association Journal – si legge come tutti i personaggi del mondo incantato di Winnie the Pooh – il bosco dei 100 Acri appunto – simboleggino un disturbo mentale o un problema che, se trascurato, potrebbe portare a diverse questioni di salute. In questa gallery riassumiamo brevemente i risultati dello studio.

Ti è stato utile?
Rating: 4.2/5. Su un totale di 10 voti.
Attendere prego...