Lo stupro subito da Lady Gaga: se il dolore di un vip può aiutare gli altri

Lady Gaga è da sempre stata molto aperta sui suoi problemi di salute mentale. E ne ha parlato nella serie lanciata dal principe Harry e Oprah Winfrey, raccontando di come lo stupro e la gravidanza seguente subiti a 19 anni abbiano influenzato la sua vita.

*** Aggiornamento del 24 maggio 2021 ***

Non è la prima volta che Stefani Germanotta, ovvero Lady Gaga, racconta del trauma subito appena diciannovenne, quando è stata stuprata; la popstar e attrice, ora impegnata nei panni di Patrizia Reggiani nel film che racconterà l’omicidio di Maurizio Gucci, si era già aperta con Oprah Winfrey sull’argomento, come vi raccontiamo nell’articolo originale che segue, e a distanza di oltre un anno è tornata a parlarne, ancora per Oprah Winfrey, nell’ambito di The Me you can’t see, la mini docuserie che la conduttrice americana ha ideato con il principe Harry.

"Ognuno ha un trauma, una perdita, un dolore": Harry e la serie sulla salute mentale

Il fatto è accaduto quando Gaga stava cercando di sfondare nel mondo della musica; l’autore dello stupro un produttore, a cui lei aveva chiesto un colloquio.

Stavo cercando di sfondare nel settore e lui mi chiese di togliermi i vestiti – il racconto dell’artista – Io risposi di no e me ne andai, ma lui replicò dicendo che avrebbe bruciato tutta la mia musica. Prima ho sentito un dolore totale, poi sono diventata insensibile. Sono stata male per settimane e settimane, successivamente ho capito che era lo stesso dolore che ho provato quando la persona che mi ha violentata mi ha lasciata incinta in un angolo, fuori da casa dei miei genitori perché non stavo bene e continuavo a vomitare. Perché avevo subito un abuso.

La cantante non ha mai nascosto di aver avuto un crollo dopo quell’episodio, di essere diventata paranoica.

Mi hanno fatto tante risonanze, senza mai trovare nulla. Il corpo però ricorda tutto.

Gaga ha anche confessato di non attraversare un bel periodo quando ha vinto l’Oscar nel 2018.

Ero nel mezzo di un breakdown quando ho vinto, sto migliorando lentamente. Il problema è che, nonostante passi periodi di brillantezza, il trauma resta lì sotto e basta poco per innescarlo e farmi stare male. E per stare per stare male intendo istinti autolesionistici e pensieri suicidi.

*** Articolo originale dell’8 gennaio 2020 ***

Lady Gaga è davvero un’artista a tutto tondo: è una musicista da milioni di copie, ha vinto un Oscar per la miglior colonna sonora per A star is born e sfiorato quello come miglior attrice – al suo primo film! – ha lanciato la sua linea di trucchi ma, soprattutto, è una donna molto attenta alle cause civili, ai diritti dei più discriminati e ai malati.

Tanto che non sono cose sconosciuta né che soffra di fibromialgia, né i problemi di salute mentale con cui in passato si è trovata ad avere a che fare.

Lady Gaga: "Ho la fibromialgia, parlarne è difficile ma può aiutare molti"

Gaga è stato vittima di bullismo in adolescenza, come ha raccontato sua madre, Cynthia, alla CBS.

È stata umiliata, derisa, isolata – ha raccontato la signora Germanotta, che con la figlia cura la Born This Way Foundation nata nel 2012 proprio a sostegno dei giovani affetti da disturbi mentali – E quando sei una giovane donna, questo ha un impatto devastante.

Ma lei stessa, in un’intervista a Fort Lauderdale con Oprah Winfrey nel corso del tour di quest’ultima in giro per gli Stati Uniti (nove tappe da Los Angeles a New York in cui la conduttrice intervisterà personaggi che hanno storie particolari da raccontare), è tornata recentemente sull’argomento, aprendosi anche sui ripetuti stupri subiti in quel periodo.

Sono stata ripetutamente violentata quando avevo 19 anni – la confessione della cantante e attrice – e ho sviluppato un disturbo post traumatico da stress.

“Come conseguenza di quelle violenze?”, è la domanda di Oprah.

Sì – ammette Gaga – non avevo nessuno che mi aiutasse a processare l’accaduto, non avevo terapisti, psicologi o dottori per superare la cosa. All’improvviso, ho iniziato a provare questo incredibile, intenso dolore in tutto il mio corpo che imitava, in realtà, il malessere che sentivo dopo essere stata violentata. Mi sono ritrovata di colpo a essere una star, a girare il mondo, a stare in alberghi di lusso o sul palco, e non ho mai avuto il tempo di metabolizzarlo.

Una volta scese dal palco, la conduttrice americana è voluta andare a cercare Gaga dietro le quinte per abbracciarla commossa.

Posso dirti che sei stata fantastica – ha detto Oprah, prima di scoppiare in lacrime – Così brava, così vulnerabile, così sincera. Così reale! Non riuscivo nemmeno a credere che lo stessi facendo! Ero tipo, sto sentendo bene? Oh mio Dio, eri così reale, così buona, così forte, così tu.

Nel 2019, proprio per la grande attenzione che ha verso la salute mentale, la popstar ha lanciato un programma destinato agli studenti delle scuole americane, al fine di sensibilizzarli sul tema e di aiutarli a riconoscere e curare le patologie. Realizzato in collaborazione con il National Behavioural Health Council – l’omonimo americano dell’Istituto Superiore di Sanità – e facente parte della sua organizzazione no-profit Born This Way Foundation, il programma è destinato a essere avviato in 28 scuole nei vari Stati americani allo scopo di accrescere la consapevolezza sul tema della salute psicologica, cercando soprattutto di abbattere lo stigma sociale che spesso circonda ancora questa tematica, spingendo molti malati verso l’isolamento o la negazione del malessere.

Gaga, nello spiegare l’obiettivo del programma, chiamato  Mental Health First Aid (MHFA), aveva preso “in prestito” le parole di una delle sue hit, Million reasons.

Con questo progetto, vogliamo dire che va bene non stare bene. A volte, quando la vita ti dà un milione di ragioni per non voler andare avanti, hai bisogno solo di una persona che ti guardi, che ti ascolti, ti aiuti a ricevere aiuto e capisca i tuoi sentimenti.

Lei, che sa cosa significhi essere una vittima di bullismo e anche soffrire di depressione, ha cercato in ogni modo di rappresentare un esempio positivo per quanti si trovano nelle sue stesse condizioni; organizzando raccolte fondi, iniziative di sensibilizzazione e avendo sempre un dialogo diretto e molto schietto con il proprio pubblico.

So per certo che non mi fermerò qui. Voglio il programma di pronto soccorso per la salute mentale per adolescenti in ogni scuola in questo paese.

In gallery abbiamo raccolto le sue dichiarazioni più significative.

Lo stupro subito da Lady Gaga: se il dolore di un vip può aiutare gli altri
Fonte: instagram @ladygaga
Foto 1 di 10
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 8 Gennaio 2020