Come riuscire a fare esercizio con costanza anche se non hai voglia di farlo

Sono innumerevoli le ricerche che attestano come praticare attività fisica in maniera regolare possa preservare il fisico da problematiche cardiovascolari, anche di notevole entità: ecco come abbattere la pigrizia in favore del proprio benessere.

Spesso, a dispetto del desiderio di preservare la propria forma fisica, la pigrizia tende inevitabilmente ad avere la meglio. La sola motivazione a volte non è sufficiente e si è portati dunque a desistere, accantonando tutti i buoni propositi del caso.

Occorre tenere conto che esistono pur sempre le eccezioni: per quanti finiscono per “appendere l’attrezzatura sportiva al chiodo” poiché sopraffatti dall’insofferenza alla fatica, altrettanti si spingono oltre, imparando a considerare l’esercizio fisico, un fedele alleato per la salute e per il benessere psicofisico, senza cedere tuttavia all’ossessione fitness.

Camminata veloce: come dare una svolta alla nostra vita in 30 minuti al giorno

A fronte degli innumerevoli vantaggi e benefici che l’attività sportiva regolare è in grado di restituire, come costruire una vera e propria routine volta a praticare gli esercizi in maniera costante? Ecco alcuni preziosi suggerimenti per trasformare l’esercizio fisico in un piacevole momento dedicato alla cura di sé.

  • Rendere l’esercizio fisico parte integrante della propria giornata: se ogni volta che è necessario allenarsi, emergono mille scuse che portano a posticipare tale pratica, dando così la priorità a piccoli impegni di scarsa rilevanza, è chiaro che difficilmente si riuscirà a essere costanti. SOccorre cambiare la propria mentalità: l’attività fisica deve essere infatti ritenuta basilare nella propria quotidianità, al pari del sonno, così come dell’alimentazione. Solo considerando l’allenamento parte integrante della giornata, sarà possibile apprezzarne gli effetti benefici sia sul breve che sul lungo periodo.
  • Iniziare ad allenarsi in maniera progressivamente più intensa: tra i principali errori commessi da chi intraprende un percorso di allenamento da neofita, compare l’eccessiva intensità iniziale degli esercizi. Come si suol dire in questi casi “less is more”. Strafare porta infatti il più delle volte ad affaticare eccessivamente il fisico, non restituendo alcun risultato. Meglio calibrare l’intensità dell’allenamento in maniera progressiva, valutandone la reazione da parte dell’organismo, per poi incrementare gli esercizi, solo una volta migliorate realmente le proprie prestazioni fisiche.
  • Costruire un workout a propria misura: al fine di essere costanti è fondamentale scegliere un allenamento ed esercizi che risultino piacevoli da effettuare. Nulla è infatti più deleterio della noia. Anche semplici attività quali la camminata possono comunque fare la differenza: praticare movimento, a prescindere dalla formula scelta, è pur sempre movimento e, in quanto tale, non può fare altro che risultare benefico. A casa, all’aperto o in palestra non importa, è fondamentale trovare la propria routine in grado di motivare e predisporre maggiormente all’esercizio fisico.
  • Incrementare il “fattore divertimento”: quando ci si allena, può capitare di frequente che particolari esercizi appaiano noiosi e poco incoraggianti, rendendo in questo modo spiacevole e irrimediabilmente pesante l’intera attività. In questo caso è sicuramente utile cambiare contesto, rendendo il tutto quanto più divertente possibile. Praticare sport in palestra, frequentare un corso di yoga, danza, pilates o coniugare entrambi con il Booty Barre, correre con i propri amici è una valida soluzione per rendere l’attività fisica sicuramente più leggera e divertente, promovendone in questo modo i benefici.

Sicuramente identificare la propria routine per effettuare esercizi in maniera costante, inizialmente non sarà semplice: tuttavia una volta trovata “la quadra”, diventerà impossibile fare a meno di un salutare allenamento quotidiano.

In un recente articolo pubblicato sul sito ufficiale della CNN, il ricercatore sul cambiamento del comportamento e direttore della scienza presso Intuality, Inc., Howard Rankin ha affermato infatti:

“L’esercizio è fondamentale, perché la tua vita dipende da esso”.

Per quanto si possa rimanere quantomeno in parte perplessi, tale asserzione non è affatto un’esagerazione: stabilire un regime di allenamento regolare infatti, permette di ridurre i rischi connessi a patologie cardiache e ictus, al diabete di tipo 2 e addirittura ad alcune forme cancerose, quali il tumore al seno, al colon e ai polmoni. L’esercizio fisico permette altresì di rafforzare le ossa e i muscoli, di migliorare il sonno e  di ridurre le manifestazioni dolorose provocate dall’artrite così come dalle più comuni condizioni legate all’apparato muscolo-scheletrico.

Lo stesso Howard Rankin sostiene che l’attività fisica regolare rappresenta la soluzione più indicata per combattere l’ansia e la depressione, rivelandosi al contempo fondamentale per lo sviluppo di nuove cellule cerebrali. Il movimento aiuta anche a bilanciare le sostanze chimiche del cervello come le endorfine e la dopamina, responsabili della motivazione e del sentirsi energici, apparendo un efficace antistress.

Secondo gli esperti della Mayo Clinic,l’ esercizio costante permetterebbe di migliorare anche la vita sessuale. Al contrario, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ignorando l’esercizio fisico, il rischio di morte subirebbe un incremento dal 20% al 30% rispetto a coloro che praticano sport. Fortunatamente, è sufficiente praticare 150 minuti di attività fisica di intensità moderata alla settimana: l’equivalente di 21 minuti al giorno di pratica sportiva, consente di goderne appieno dei benefici, guadagnando notevolmente in termini di salute e benessere generale.

Articolo originale pubblicato il 22 Dicembre 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!