diredonna network
logo
Stai leggendo: 180mila morti per colpa delle bibite gassate

Non è vero che le donne che vivono insieme sincronizzano il ciclo (forse)

Mai provato il fitwalking? 7 motivi per cui è meglio della corsa

Doga (o Dog Yoga) e Goat Yoga: perché fare yoga con il cane o... la capra

Perché molte persone piangono sotto la doccia?

Oltre la sindrome di Turner: le storie di 4 donne che ce l'hanno fatta

Prova a mettere una cipolla nei calzini (o in camera) e questo è quello che succederà

Non riesci a decidere? Il tuo corpo sa cosa fare: ecco come capirlo

Antigravity Yoga: 4 posizioni yoga da fare con l'amaca

4 motivi per cui dovresti massaggiare il tuo seno

Perché devi buttare subito via la spugna che hai in cucina

180mila morti per colpa delle bibite gassate

Ogni anno sono migliaia i morti per colpa dello zucchero aggiunto nelle bibite gassate.Ecco quali sono le conseguenze dell'assunzione di certe bevande.
bibite-gassate-morti

Ogni anno si contano migliaia di morti per colpa delle bibite gassate. I danni alla salute che queste bevande provocano all’organismo umano sono notevoli, e per questo, la comunità medica si oppone alla distribuzione, per proteggere in particolar modo i più piccoli.

Lo zucchero aggiunto nelle bibite aumenta il rischio di morte per diabete, obesità e attacco cardiaco. 

I ricercatori hanno deciso di mettere sotto esame le informazioni raccolte negli ultimi anni dal  Global Burden of Diseases Study, per capire quanto zucchero viene assunto dai consumatori, dividendo i dati per età e sesso. Da qui poi si è calcolato quanto ciò potesse incidere sui malati di diabete, coloro che hanno avuto un infarto e su chi soffre di obesità, e soprattutto la correlazione con alcuni tumori.

Solo negli U.S.A. nel 2010 si contano ben 25mila decessi per abuso di zucchero derivato dall’assunzione di bibite gassate:  133 morti per diabete, 44 mila per attacchi cardiaci e 6 mila per tumore.

Le bevande educolorate hanno provocato altri 38mila morti in America Latina, 11mila in Eurasia centro-orientale. Il 78% dei morti si concentra nei Paesi mediamente o scarsamente sviluppati. Il Messico è la nazione che conta più vittime per lo zucchero delle bibite. In tutto il mondo ora verranno studiate delle leggi per diminuire la distribuzione di tali bevande.