logo
Galleria: Tutti i nomi che ci siamo inventate pur di non nominare le mestruazioni

Tutti i nomi che ci siamo inventate pur di non nominare le mestruazioni

Tutti i nomi che ci siamo inventate pur di non nominare le mestruazioni
Foto 1 di 22
x

Da sempre noi donne abbiamo inventato delle perifrasi per parlare delle mestruazioni. Perché fondamentalmente ce ne vergogniamo e questo è abbastanza insolito, perché le mestruazioni invece costituiscono un fatto naturale. La società maschilista non ha di sicuro aiutato nello sdoganare le mestruazioni dato che, essendo un affare esclusivamente femminile, non era degno di essere preso in considerazione o essere nominato con il temine adatto. Da qui la necessità di usare nomignoli, modi di dire, allusioni che in alcuni casi fanno persino sorridere, ma non dimentichiamo che di fatto servivano a tenere celato un fenomeno biologico del tutto naturale, con conseguente vergogna da parte della donna. In alcune parti del mondo si muore ancora per colpa dei retaggi stupidi riguardanti le mestruazioni (per esempio con il chaupadi).

Abbiamo raccogliamo un po’ di queste espressioni per capire come nascano – e anche come possiamo tornare a chiamare le mestruazioni con il loro nome. Alcune di queste perifrasi ci faranno sorridere, altre ci lasceranno interrogative – anche perché non di tutte siamo riuscite a ricostruire con esattezza il significato o l’origine.

Com'è andata la prima volta che ho messo un assorbente interno in 11 immagini

Com'è andata la prima volta che ho messo un assorbente interno in 11 immagini

Alcune sono infatti più immediate: ci sono quelle che fanno riferimento al fatto che le mestruazioni arrivino in determinati giorni del mese, seguendo quindi un calendario e analogamente alle fasi della luna. Altre perifrasi si riferiscono molto più spesso al sangue, con divagazioni di natura religiosa (il Mar Rosso) o politica (Stalin o la zia da Mosca). Scopriamole quindi insieme in questa gallery.