logo
Stai leggendo: Ovaio policistico: pillola sì o no?

Ovaio policistico: pillola sì o no?

Francesca

chiede:

Salve Dottore, la mia domanda è: il periodo di sospensione della pillola è obbligatorio nel caso di ovaio policistico? Prendo la pillola da 4 anni senza interruzione perché il mio medico è contro il periodo di sospensione, sostiene che la pausa non possa giovare alla condizione dell’ovaio, lei è d’accordo? Se ritiene invece la pausa fondamentale, mi sa dire orientativamente ogni quanto farla e per quanto tempo? Grazie.

Ogni volta che si inizia ad assumere la pillola contraccettiva, si inserisce nell’organismo una dose di ormoni, per modificare la normale ciclicità dell’organismo. Il corpo accetta bene questo ormone ma subisce un periodo di adattamento, uno sbalzo ormonale, un contraccolpo e questo può dare dei disturbi. L’uso continuo evita sbalzi e l’interruzione non porta particolari benefici. Inoltre senza la pillola l’ovaio torna gradualmente policistico poiché è la sua natura.
Per cui può seguire i consigli del suo ginecologo e continuare.

Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento