logo
Stai leggendo: Che esercizi fare dopo la diastasi?
Personal Trainer

Che esercizi fare dopo la diastasi?

Giò

chiede:

Buonasera, ho subito un’operazione per la diastasi addominale 6 mesi fa. Posso riprendere a fare attività fisica e c’è un piano di esercizi mirati per l’addome? Grazie.

Elena Quaini

risponde:

Buongiorno,
innanzitutto tengo a precisare che a seguito di un intervento è necessario sentire un parere medico per capire quando è il momento di riprendere l’attività fisica, soprattutto nella zona in cui si è intervenuti, un intervento di diastasi addominale prevede un intervento chirurgico delle pareti che hanno subito uno scollamento, per cui nel post operatorio una volta guarita la cicatrice si dovrebbe agire sul recupero delle funzioni del distretto coinvolto.
Detto questo è importante sapere che la parete addominale svolge una funzione contenitiva degli organi interni e di sostegno della zona lombare garantendo una corretta postura, per cui un rafforzamento del core dovrebbe essere di primaria importanza per tutti.
Si può iniziare ad attivarlo con delle contrazioni isometriche previste da esercizi che prevedono posizioni “statiche” come il plank, con le diverse angolazioni di lavoro : frontale, laterale e reverse: boat pose con difficoltà crescente da eseguire prima a gambe flesse e poi tese, fino ai più complessi hallow tuck e hallow position; questo tipo di tenute andrebbe eseguito per tempi non inferiori ai 40 secondi per poi progredire ai 2 minuti cadauna.
Esiste poi un’ampissima gamma di esercizi dinamici da svolgere a corpo libero o con l’utilizzo di fitball, panche declinate, cavi, elastici, kettlebell a seconda dell’intensità e dell’angolo di lavoro che vogliamo sfruttare, come il crunch concentrico, leg raises, crunch twist, climber,crunch reverse, sit-up (Questi sono solo alcuni dei principali).
Il consiglio che posso dare è di scegliere quelli idonei in base alla nostra postura, in modo da renderli il più funzionali possibili, da svolgere come riscaldamento prima dell’attività fisica svolta in palestra sulle macchine isotoniche, ma anche all’allenamento funzionale a corpo libero, in modo da attivare e scaldare il core preparando il corpo a un lavoro che preveda il coinvolgimento dell’altra muscolatura.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento