logo
Stai leggendo: Tutto ciò che c’è da sapere sul diastema, l’intervallo tra i denti di moda anche tra le star

Tutto ciò che c'è da sapere sul diastema, l'intervallo tra i denti di moda anche tra le star

Il diastema è una caratteristica del sorriso, che può diventare un vero e proprio tratto distintivo di una persona. Scopriamo le cause e gli eventuali rimedi per l'intervallo tra i denti.
diastema

Il diastema è lo spazio che alcune persone hanno tra due denti vicini. È un segno particolare, che ad alcuni può dare fastidio, mentre altri ne fanno la loro caratteristica principale. Il termine viene dal greco e significa proprio intervallo. Lo ritroviamo utilizzato in riferimento ai denti, e si manifesta nella maggior parte dei casi tra i due incisivi, le cosiddette “palette”.

Non si tratta di una patologia, ma può rappresentare un problema estetico. Se non è troppo grave, può donare particolarità al sorriso, pertanto non è necessaria una cura. Se invece il buco tende a rovinare l’armonia nella bocca di una persona a cui non piace, l’unico modo per sistemarlo è ricorrere a interventi di ortodonzia per correggere il diastema.

Le cause del diastema

Abbiamo detto che il disturbo non ha gravi conseguenze per il mal di denti dell’individuo, ma potrebbe causare gengivite e lesioni sulla papilla interdentale causata dal cibo, poiché non c’è tessuto dentale a protezione. Le cause di diastema sono molteplici:

  • dimensione dell’arcata dentale o della mascella e dei denti. Può succedere infatti che i denti siano più piccoli e l’arcata più ampia. In questo modo i denti non occupano tutto lo spazio lasciando degli intervalli;
  • dimensione del frenulo gengivale, ossia il pezzo di tessuto che collega le labbra alle gengive. Se è particolarmente lungo e spesso, la sua presenza ostacola l’aderenza dei due denti incisivi;
  • quando il diastema si manifesta nei denti da latte, può essere causato dal vizio dei bambini di succhiare il pollice. Bisogna comunque attendere lo sviluppo dei denti permanenti per diagnosticare il diastema, perché un bambino potrebbe avere i denti da latte distanti fra loro, in preparazione a denti che saranno più grandi e andranno ad occupare tutto lo spazio interdentale.

Il diastema nella moda

diastema
Fonte: Web

Il diastema non è necessariamente un difetto, infatti molte persone scelgono di tenerlo, se non dà problemi di salute. Va molto di moda, negli anni passati e ancora adesso. Moltissime star italiane e internazionali hanno fatto di questo un loro tratto distintivo di bellezza e fascino. Le top model Jessica Hart, Lara Stone e Georgia Jagger, come affermato in un articolo del The Guardian, hanno lanciato una vera e propria moda posando per riviste come Sport Illustrated e Vogue, e sfilando per i migliori brand. Grazie a loro la richiesta di modelle con il diastema è cresciuta tantissimo negli ultimi anni.

Il diastema è ritenuto sexy, specialmente quando sfoggiato da bellezze come Brigitte Bardot, Ornella Muti, Johnny Depp, Cristina Chiabotto e il principe Harry. Rappresentante del diastema nel panorama mondiale è sicuramente Madonna: la regina della trasgressione, icona sexy e rivoluzionaria, ha sfoggiato lo spazio tra i denti con eleganza e viene riconosciuta ancora oggi come una delle artiste più belle, nonostante negli ultimi anni abbia deciso di farlo chiudere. Tra gli altri Vip che si ricordano per questa caratteristica ci sono Laura Pausini, Eddie Murphy, il cui diastema rende il suo sorriso ancora più simpatico, Elton John, e l’ex calciatore brasiliano Ronaldo.

Diastema: i rimedi

Correggere un diastema è consigliato solamente nel caso in cui provochi disturbi effettivi e disagio alla persona. Ognuno deve scegliere in maniera autonoma se lo ritiene un difetto da eliminare perché non si trova a suo agio, impedendogli di sorridere serenamente, o se invece è giusto che rimanga così com’è, come caratteristica personale. Nel caso in cui si voglia correggere si può ricorrere a diversi metodi, una decisione che spetta al dentista.

  • Allineamento con apparecchio: trattamento indicato soprattutto per i più giovani, che hanno più malleabilità, ma fattibile a tutte le età. Il risultato non è immediato, e il diastema può chiudersi in un tempo tra i 6 mesi e i 2 anni.
  • Riempimento con faccette di ceramica o porcellana: sono delle sottili lamine applicate sui denti di dimensione maggiore, in modo da chiudere l’intervallo.
  • Sostituzione con capsule artificiali: nel caso in cui i denti intervallati abbiano un’infezione o siano cariati, viene curato il dente con corone di ceramica o zirconio.
  • In presenza di gravi infezioni del dente, si può ricorrere anche a impianti dentali.
  • Frenulectomia: nel caso in cui il diastema sia causato dalla dimensione o posizione del frenulo, viene corretto con un intervento.
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...