diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme energy drink: ne fa uso il 68% degli adolescenti

Come eliminare una verruca plantare (e non farla tornare)

Finalmente la prima città al mondo che offre assorbenti gratis alle donne

Tonsille criptiche: cosa sono, sintomi e cure, naturali e non

Tremore alle mani: non è sempre Parkinson. Ecco cos'è.

A ogni dolore fisico corrisponde un dolore emotivo: la mappa delle emozioni

Rash cutaneo: perché compare e cosa fare

Perché il Web è arrabbiato con questa modella incinta che fa sport

Ti senti sola? Per stare meglio devi parlarne, ma solo con una donna

Utero setto e gravidanza: è possibile restare incinta?

Allarme energy drink: ne fa uso il 68% degli adolescenti

Il Ministero della Salute comunica un dato che sembra essere tutt'altro che rassicurante: una quota sempre maggiore di adolescenti fa uso di energy drink. L'uso prolungato di queste bevande energetiche, a causa delle sostanze in esse contenute, può rivelarsi decisamente pericoloso.
energy-drink

Chiamarle  bevande energetiche o, per essere più trendy,  “energy drink” non ne cambia certamente il contenuto o gli effetti cosi poco “naturali”.

Si tratta  di veri e proprio cocktail di sostanze più disparate tra cui  caffeina, glucosio, guaranina, taurina e vitamine del gruppo B che, se assunte, sono in grado di garantire energia immediata al consumatore.
Ma siamo cosi sicuri che queste bevande non siano dannose ?
Il Ministero della Salute non ha dubbi al riguardo: l’ingente contenuto di caffeina, ma soprattutto l’utilizzo di energy drink associato all’alcol risulta davvero deletereo per la nostra salute.
La preoccupazione , però, va ben oltre questa constatazione e riguarda gli adolescenti  che sembrano consumare queste sostanze in quantità sempre maggiori soprattutto negli ultimi anni: non sono soltanto sette adolescenti su dieci ( il 68% con un’età compresa tra i dieci e i diciotto anni ) a  ricorrere a questi dispensatori di energia pronta all’uso ma incredibilmente, secondo un  rapporto pubblicato dall‘Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare,anche i bambini tra i tre e i dieci anni .


Tale studio, che mette insieme i dati raccolti circa le abitudini alimentari e il  consumo di energy drink a livello europeo, focalizzandosi principalmente sul  mondo giovanile, distingue tre tipi di consumatori under 18 :
– bambini tra i tre e i dieci anni che consumano 0,95 litri a settimana ( circa 4 litri al mese);
– adolescenti/ bevitori “cronici” che ne consumano mediamente 7 litri al mese;
– adolescenti/bevitori “acuti” che ne consumano oltre la stima precedente.
Per quanto riguarda gli adulti, è risultato che il 30% circa fa un uso abbastanza regolare di queste bevande energetiche consumandole circa 4-5 giorni alla settimana o più, per un totale di 4,5 litri al mese.
Un punto che accomuna le due generazioni per ciò che riguarda il ricorso a queste sostanze è sicuramente il fatto che, sia adulti che adolescenti, hanno dichiarato di appellarsi agli effetti immediati promessi dalle energy drink in modo particolare prima di una qualsiasi attività sportiva.