diredonna network
logo
Stai leggendo: Un Pisolino al Giorno Allunga la Vita: lo Sostiene la Scienza

"Niente pillola del giorno dopo": il rifiuto del medico che lede il diritto della donna

Sonnambulismo, 6 cose da sapere su chi cammina nel sonno

Alimenti lassativi: quali sono e come assumerli

L'herpes genitale è un'infezione sessualmente trasmissibile. Quando siamo più a rischio?

Lingua a carta geografica: cos'è e come si cura

Spasmofilia, la "malattia invisibile" di chi è sempre stanco

Depurativo antartico: il segreto della dieta tisanoreica

La dieta senza glutine fa dimagrire, fa male o fa bene?

"Qual è la differenza fra Balfolic e Prefolic?"

La sindrome di Stendhal: l'attacco di panico per eccesso di bellezza

Un Pisolino al Giorno Allunga la Vita: lo Sostiene la Scienza

Manolis Kallistratos, cardiologo greco, ha curato una ricerca sull'importanza del riposino pomeridiano. Stando allo studio, fare una pennichella diminuirebbe la pressione arteriosa, salvaguardando anche cuore e arterie. Ecco i dettagli.
Fonte: Tumblr.com
Fonte: Tumblr.com

Secondo lo scrittore italiano Gesualdo Bufalino “l’ideale di felicità terrena sono sei ore di sonno filato”. Ma per migliorare la qualità della vita e della propria salute, basterebbe anche un semplice pisolino pomeridiano. A sostenere questo è una nuova ricerca greca, presentata in occasione della conferenza annuale dell’European Society of Cardiology.

Vorreste schiacciare un sonnellino sul divano, ma i sensi di colpa o gli impegni lavorativi e familiari vi frenano? Sappiate che, secondo lo studio, addormentarsi un’oretta (o poco più) a metà giornata è un vero toccasana per la salute: aiuta a mantenere sotto controllo la pressione e salvaguardia le arterie e il cuore. Non male, vero?

L’autore della ricerca è Manolis Kallistratos, un cardiologo greco che lavora all’Asklepieion Voula General Hospital di Atene. Appassionato di storia, lo studioso ha voluto approfondire (e confermare con la propria ricerca) le teorie di alcuni grandi personaggi del passato, che non rinunciavano mai alla pennichella pomeridiana. Sostiene il medico:

Winston Churchill diceva sempre che bisogna dormire un po’ tra il pranzo e la cena. Mentre Margaret Thatcher non amava essere disturbata intorno alle 3 del pomeriggio. Secondo la nostra ricerca, entrambi avevano ragione: il pisolino a metà giornata riesce ad abbassare la pressione, agendo da antipertensivo naturale.

Gli studiosi coordinati dal dottor Kallistratos hanno osservato, quindi, gli effetti che i sonnellini pomeridiani avevano sui livelli di pressione arteriosa. Per procedere con la ricerca hanno analizzato un campione di 368 pazienti ipertensivi di un’età media di circa 61 anni. E il risultato ottenuto è stato interessante: dalla loro analisi, infatti, è emerso che i livelli medi di pressione di coloro che erano soliti appisolarsi risultavano inferiori del 5% rispetto a quelli che non avevano tale abitudine. Questo il commento del luminare:

Nonostante possa sembrare poca cosa, un modesto abbassamento di soli 2 mmHg in meno di pressione sistolica può ridurre addirittura del 10% il rischio di soffrire di disturbi cardiovascolari. E, quindi, di andare incontro ad infarto o ictus.

Tornando al campione di pazienti ipertensivi analizzato, il cuore e le arterie degli individui amanti della pennichella pomeridiana risultavano essere meno danneggiati dalla pressione alta e complessivamente più sani. La domanda, quindi, sorge spontanea: quanto si deve dormire mediamente per poter godere di tali notevoli benefici?

Stando agli studiosi greci la durata media di un pisolino deve essere compresa tra un’ora o poco più. Questo lasso di tempo, infatti, permetterebbe di godere dei benefici positivi del riposo, senza incidere sulla qualità del sonno notturno. Tuttavia, i ritmi frenetici quotidiani possono rendere particolarmente complicato riuscire a concedersi una pennichella così lunga. Commenta a tal proposito il dottor Kallistratos sul Huffingtonpost:

Mi rendo conto che al giorno d’oggi il riposo pomeridiano possa essere considerato un privilegio riservato a poche persone. È facile, infatti, che si debba uscire di casa la mattina presto rincasando solo in serata. Ma sarebbe opportuno cercare di trovare comunque un’occasione o un contesto per riuscire a rilassarsi in pausa pranzo. I benefici per la salute ripagherebbero lo sforzo.

Che dite ragazze, vi è venuta voglia di sonnecchiare un po’? Noi della redazione faremo il possibile per riuscire a fare un pisolino pomeridiano… anche se sarà veramente difficile incastrarlo tra i vari impegni quotidiani! Si accettano suggerimenti, commenti e consigli!