diredonna network
logo
Stai leggendo: Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

"Ho 30 anni, sono single e ho paura di rimanere sola"

"Sono troppo timida e la cosa è diventata un problema"

"Come posticipare il ciclo in vista delle nozze"

"Ho perdite bianche prima del ciclo: è normale?"

"Posso perdere la verginità durante la visita ginecologica?"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Dieta ingrassante: quali alimenti devo mangiare?

Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché

Dovrebbero pulire la pelle ma sono un luogo di proliferazione per germi e batteri: secondo i dermatologi le spugne a rete sono da buttare subito, vediamo perché.
Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché
Fonte: web

Se questa mattina vi siete svegliate e vi siete fatte una doccia utilizzando una spugna a rete probabilmente dopo aver letto questo articolo vorrete cestinarla immediatamente!
Lavarsi dovrebbe essere sinonimo di igiene, ma anche in bagno abbiamo tantissime cattive abitudini, soprattutto per la pelle. Una di queste è l’utilizzo della spugna retificata: a quanto pare infatti questo tipo di spugna fa più male che bene alla nostra pelle, vediamo insieme i motivi.

1. Le spugne da doccia

Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché
Fonte: web

Queste spugne si trovano al supermercato e nelle profumerie e ne esistono infinite varietà: cambiano i colori, le dimensioni e il livello di morbidezza. Il tratto distintivo però rimane invariato: queste spugne sono formate da micro retine stratificate e sovrapposte tra loro.

Questo tipo di spugna è molto popolare ed è utilizzata da tantissime donne perché oltre ad essere usata normalmente per applicare e stendere il bagnoschiuma sotto la doccia si dice sia anche un buon esfoliante. Si dice infatti che questa spugna liberi la pelle dalle cellule morte, presumibilmente dovrebbe anche aiutare la circolazione e rendere la pelle più morbida e liscia.
Spesso però certi benefici non sono del tutto veritieri e sono semplicemente frasi da campagna pubblicitaria che servono a spingere il prodotto e farlo vendere il più possibile.

Purtroppo però secondo la maggior parte dei dermatologi e molti studi accurati queste spugne non portano nulla di buono, ma anzi recano vari danni alla nostra pelle.

2. Perché queste spugne sono dannose?

Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché
Fonte: web

È stato stimato che il 98% dei dermatologi ne sconsiglia l’utilizzo. J. Matthew Knight dell’Istituto Dermatologico Knight ha affermato che quelle che sembrano dei semplici accessori da doccia andrebbero buttate via all’istante e mai più utilizzate.

Utilizzandole per esfoliare infatti, le cellule morte della pelle si annidano e rimangono intrappolate nelle retine delle spugne. In più vengono lasciate nell’ambiente della doccia che è caldo e umido, perfetto per la crescita dei batteri e di muffe all’interno della spugna. La spugna umida e fatta a retina infatti è terreno fertile per i batteri nocivi che possono crescere e moltiplicarsi già in una sola notte. Se le spugne vengono utilizzate su pelle appena depilata inoltre è ancora peggio perché i batteri possono entrare nei piccoli tagli della pelle e generare infezioni o rovinare la pelle.

Uno studio pubblicato da “The Journal of Clinical Microbiology” ha scoperto che queste spugne possono ospitare una grande varietà di specie di batteri che si moltiplicano in pochissimo tempo. Se proprio non riuscite a rinunciare alla spugnetta da doccia gli scienziati consigliano di lavare bene la spugna (anche in lavastoviglie) dopo ogni doccia e lasciarla asciugare lontana dall’ambiente umido della doccia.
Dovreste anche cambiarla ogni tre o quattro settimane, ma buttatela via prima se sentite un odore ammuffito o se vedete della muffa.

3. Alternative alla spugna da doccia

Se hai una spugna così nella doccia buttala subito. Ecco perché
Fonte: web

Esistono altri tipi di spugna e diverse alternative sul mercato, ma parliamo sempre di qualcosa che va a contatto con la nostra pelle, preleva cellule morte e le conserva. Risciacquando infatti la spugna non è detto che tutto ciò che si annida al suo interno venga lavato via e ogni caso dovrebbe asciugarsi all’aria.

Se si vive in famiglia inoltre si tende a dividere una sola spugna, mescolando così le nostre cellule a quelle di altri e passando sulla nostra pelle le cellule morte delle altre persone che utilizzano la spugna in questione. Certi oggetti non andrebbero mai condivisi perché i batteri i questo caso andrebbero a moltiplicarsi ulteriormente. Condividere la spugna infatti potrebbe addirittura provocarci acne batterica, micosi alle unghie e tigna.

Una buona alternativa alla spugna per esfoliare sotto la doccia è il guanto di crine, che oltre a pulire in profondità la pelle se utilizzato in modo corretto svolge anche un’azione anti cellulite.