diredonna network
logo
Stai leggendo: Un Sonnellino di 90 Minuti Porta Benefici Quanto una Notte Intera

Un Sonnellino di 90 Minuti Porta Benefici Quanto una Notte Intera

Il sonnellino del pomeriggio ha un suo perché. Specie se fatto "a dovere", riesce a ricaricarvi, a stimolare la creatività e ad aiutare il cuore. Quello ideale? Dura un'ora e mezza: vale quanto una buona notte di sonno.
Foto: web
(Foto: Web)

La prossima volta che cedete alle lusinghe di un pisolino pomeridiano, non sentitevi in colpa: non avete perso tempo, ma, anzi, avete provveduto a rigenerare il vostro corpo.

Il sonnellino ristoratore è ormai stato infatti riabilitato a tutti gli effetti, con grande soddisfazione di molte di noi, che ne sentono proprio la necessità per ricaricarsi e di tutte coloro che lo ritengono un incommensurabile piacere.

Chi non ha problemi di lavoro o di gestione familiare, ovviamente, e può schiacciare un pisolino, oltre a ritrovare la carica ritrovata, riesce a migliorare anche l’umore e persino la salute del cuore.

Ma vediamo bene come, perché c’è pisolino e pisolino.

1. La siesta fa 90

Foto: web
(Foto: Web)

La regina delle pennichelle è lei: la siesta di 90 minuti.

Averceli, dirà qualcuna di voi.

Se e quando potete concederveli, perché in quell’ora e mezza praticamente vi riposate come dopo una nottata di sonno (ehi, vale solo per il pomeriggio, non vi basterebbe dormire 90 minuti di notte ovviamente!).

Questo perché quello è il tempo di un’intero ciclo di sonno, che consente di passare dalla fase REM a quella del sonno profondo.

Ed è proprio per questo motivo che dormendo 90 minuti stimolerete anche la vostra creatività.

2. Concentrazione!

Foto: web
(Foto: Web)

Il riposino di 90 minuti aiuta la concentrazione.

Da uno studio dell’Università della California – Berkley su un gruppo di giovani è emerso infatti che quelli che avevano beneficiato di un pisolino verso le 14 riuscivano a svolgere alcuni esercizi meglio degli altri che non avevano riposato.

3. Fa bene al cuore

(Foto: Web)

Una ricerca statunitense ha dimostrato che le persone che dormono sei ore per notte sono più a rischio di malattie cardiache rispetto a chi riposa sette, otto ore per notte.

Ma ecco che il sonnellino pomeridiano viene a darci una mano e ci aiuta a ridurre i rischi cardiaci derivanti da uno scarso riposo notturno.

4. Il momento ideale

Foto: web
(Foto: Web)

Ma qual è il momento giusto per fare un pisolino?

Secondo gli esperti, il momento migliore della pennichella è 6-7 ore dopo il risveglio.

Attenzione a non fare troppo tardi.

Se la pennichella finisce meno di 4 ore prima della dormita notturna, rischiate di contare infiniti greggi di pecore.

5. Non ho tutto questo tempo!

Foto: web
(Foto: Web)

In questo caso provate a ricavarvi il tempo di un sonnellino di 15 minuti: sarà già una buona scorta utile a migliorare la memoria.

Una pennichella di almeno mezz’ora, invece, vi toglierà quel fastidioso senso di intontimento.

6. Consigli per un buon pisolino

Foto: web
(Foto: Web)

Se avete paura di dormire troppo, non sarete abbastanza rilassate da lasciarvi andare tra le braccia di Morfeo, perdendo magari minuti preziosi del vostro pisolino.

Puntate la sveglia, allora, e rilassatevi.

Naturalmente l’ideale sarebbe anche creare un ambiente ad hoc: il letto è sempre il posto migliore e la temperatura non dovrebbe mai essere esageratamente alta.

Create il buio intorno e spegnete il cellulare.

7. Il caffè per dormire

Foto: web
(Foto: Web)

Per i sonnellini brevi gli esperti suggeriscono: bevete il caffé prima del riposino.

Non ci credete?

Il motivo è presto detto: la caffeina farà effetto più o meno mezz’ora dopo l’assunzione.

Voi nel frattempo vi sarete addormentate e quando vi sveglierete sarete belle cariche!

8. Illustri “pisolatori”

Foto: web
(Foto: Web)

Oggi il “power nap”, come lo chiamano negli Stati Uniti, è così apprezzato che ci sono alberghi a New York che affittano poltrone per permettere ai manager di riposarsi un po’.

Del resto ci erano già arrivati grandi geni del passato come Leonardo Da Vinci, Albert Einstein e Thomas Edison.

Sarà così che a quest’ultimo gli si accese la lampadina?

9. Google Naps

Foto: web
(Foto: Web)

No, non volevamo scrivere Maps e non ci siamo sbagliate a digitare.

Google Naps esiste davvero e non ha nulla a che vedere con il servizio di Google per le indicazioni stradali.

“Naps” (=pisolini, in inglese) è l’idea di un’agenzia di creativi olandese per trovare un posto al volo dove fare un bel sonnellino, ovunque vi troviate: parchi, panchine e altri luoghi adatti quando siete fuori casa.

Beh, a questo punto, buon pisolino a tutte!