diredonna network
logo
Stai leggendo: Rischio per la produzione della pillola contraccettiva Diane

Perché ti mangi le unghie? Colpa della mamma o di queste 4 cose

Non riesci a ricordare i nomi? Ora sai perché

Anello anticoncezionale vaginale: pro e contro e come si usa

Fidget Spinner, va bene la moda, ma occhio alla bufala sulla salute

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

Chi da piccolo è stato scout soffre meno d'ansia e di problemi mentali

Perché ti è venuto un herpes labiale

Papilloma Virus HPV: cos'è la conizzazione del collo dell'utero

Anedonia: quando sesso, cibo e piaceri della vita non ci interessano

Nap Class, tutti in palestra a lezione di... pisolino

Rischio per la produzione della pillola contraccettiva Diane

Bloccata in Francia la distribuzione del contraccettivo Diane 35. Un farmaco anti-acne che viene usato impropriamente come anti- concenzionale.

 

pillola-anti-conecezionale

 

l’Agenzia nazionale di sicurezza del farmaco (ANSM) ha vietato la produzione e anche la vendita della pillola anti-acne, utilizzata come contraccettivo, Diane 35. Per ora il fermo interessa solo la Francia e il divieto, che si estende a tutti i farmaci generici equivalenti, entrerà in vigore tra tre mesi.

Il motivo del ritiro prodotto, che viene prodotto nelle fabbriche tedesche della Bayer, è che il farmaco anti-acne viene spesso impropriamente utilizzato anche come contraccettivo. Quattro i decessi e oltre cento i casi di trombosi registrati negli ultimi 25 anni. In Francia sono ben 315mila le donne che usano il farmaco, presente anche in Italia, dove però non esiste al momento nessun divieto. Il consiglio degli esperti è comunque l’interruzione immediata e di recarsi dal medico che consiglierà sul da farsi.