diredonna network
logo
Stai leggendo: Quello che nessuno vi dirà mai. I farmaci che aumentano il rischio di infarto

Come eliminare una verruca plantare (e non farla tornare)

Finalmente la prima città al mondo che offre assorbenti gratis alle donne

Tonsille criptiche: cosa sono, sintomi e cure, naturali e non

Tremore alle mani: non è sempre Parkinson. Ecco cos'è.

A ogni dolore fisico corrisponde un dolore emotivo: la mappa delle emozioni

Rash cutaneo: perché compare e cosa fare

Perché il Web è arrabbiato con questa modella incinta che fa sport

Ti senti sola? Per stare meglio devi parlarne, ma solo con una donna

Utero setto e gravidanza: è possibile restare incinta?

Quello che nessuno vi dirà mai. I farmaci che aumentano il rischio di infarto

Dopo una lunga ed attenta ricerca ecco l'elenco di farmaci molto comuni che innalzano drasticamente il rischio di infarto!

L’ibuprofen e il diclofenac, i principi attivi di numerosissimi farmaci antidolorifici, aumentano vertiginosamente il rischio di infarto. Mi direte eh? ma cosa sono? Vediamo di capire però dove sono presenti nei medicinali che noi assumiamo così, a volte anche tranquillamente, e che troviamo anche tra i farmaci da banco nelle farmacie. Ecco a voi il Moment, il Buscofen, il Voltaren ed altri prodotti di uso molto comune. E sì, dobbiamo iniziare a prendere consapevolezza che le medicine utilizzate normalmente dalla maggioranza della popolazione sono devastanti per la salute dell’individuo, servono a curare alcune sintomatologie ma creano più danni che rimedi. A dimostrarlo è una ricerca condotta dall’Università di Nottingham, in Inghilterra, e coordinata dalle ricercatrici Julia Hippisley-Cox e Carol Coupland.Secondo le due scienziate, che hanno visto il loro studio pubblicato anche sull’eccelso British Medical Journal, alcune categorie di antidolorifici sarebbero pericolose per coloro che soffrono di cuore e aumenterebbero in modo vertiginoso la possibilità di incorrere in un arresto cardiaco.

La ricerca si è svolta su un campione di ben 9218 persone di età compresa tra i 25 e 100 anni, che avessero già avuto problemi cardiaci.  Tenendo conto della somministrazione, in questi pazienti, di medicinali antidolorifici, ecco l’allarmante scoperta: l’assunzione di ibuprofen ediclofenac aumenta il rischio di infarto fino al 55%.

Ragazze, consiglio mio: cercate di assumere meno farmaci possibili! Una recente ricerca ha dimostrato come il numero di malattie classificate dall’OMS sia aumentata vertiginosamente negli ultimi anni e magicamente sono sempre comparsi poco tempo dopo farmaci per cercare di combatterle. Sarà ma io ci vedo qualcosa di non chiaro.

Una volta un bambino timido era così, un tenero bimbo che con il tempo si sarebbe aperto al prossimo senza troppo problemi, oggi si chiama disturbo nella socializzazione e addirittura ci sono medici che prescrivono psicofarmaci. PSICOFARMACI PER FARE AMICIZIA?!!! Assurdo!!!