diredonna network
logo
Stai leggendo: Perché esiste una Giornata Mondiale del Gabinetto

Perché esiste una Giornata Mondiale del Gabinetto

Gabinetto? Sì, grazie, possibilmente per tutti. Ecco perché c'è chi si batte per questo diritto umano.
Gabinetto
Fonte: Onu

Il gabinetto viene spesso dato per scontato, è bene però sapere che è stata indetta una Giornata Mondiale del Gabinetto e che si tiene il 19 novembre.

Giornata Mondiale del Gabinetto, chi l’ha indetta

La Giornata Mondiale del Gabinetto è un’iniziativa dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Tra gli scopi dell’Agenda 2030 c’è infatti quello di assicurare a tutte le persone l’accesso all’acqua e ai servizi igienici, considerati tra i più importanti diritti umani. Si tratta di una questione che infatti coinvolge l’intera umanità: acqua e servizi igienici significano sopravvivenza, argine alle epidemie, stop all’inquinamento e molto altro. In pratica, non dobbiamo pensare che il problema non ci tocchi perché abbiamo il gabinetto in casa da quando siamo nate. Il problema ci tocca eccome, perché ha a che vedere con degli aspetti che, a meno che non conosciamo bene la questione, appaiono difficili da immaginare.

Giornata Mondiale del Gabinetto, i dati

Stando ai dati Onu del 2015 riportati da Unric, il 33% delle persone circa non dispone di servizi sanitari, mentre oltre il 12% è costretta a fare i propri bisogni all’aperto. I dati più inaspettati (e insospettabili) vengono dal punto di vista economico. Chi lo dice infatti che impegno umanitario ed economia non possano andare d’accordo? La presenza di gabinetti fa infatti crescere il Prodotto Interno Lordo, inoltre per ogni dollaro investito in servizi igienici se ne guadagnano o risparmiano 5,50 tra spese sanitarie e relative alle infrastrutture. Tanto che, appunto, i gabinetti contribuiscono a ridurre la spesa sociale. Senza dimenticare che nelle coste del Sud-Est asiatico, l’assenza di servizi igienici causa la perdita di terreni coltivabili (per la contaminazione) e quindi la perdita economica di 2 miliardi di dollari all’anno.

Dissenteria, una causa di morte per i bimbi

Gabinetto
Fonte: Pixabay

I dati più inquietanti però riguardano i più piccoli. La dissenteria è infatti la seconda causa di morte per i bambini di età inferiore a 5 anni. Si tratta infatti di uno degli effetti della scarsa igiene, così come il colera, i vermi e altro. E non è che per i bambini che guariscono dalla dissenteria sia tutto rose e fiori. È stato stimato che sono 272 milioni i giorni di scuola persi per questa causa. I bambini che vengono attaccati da un’infezione da vermi perdono invece 3,75 punti in media di quoziente intellettivo ogni volta.

Danni ambientali causati dall’assenza di servizi igienici

Infine, i dati sull’ambiente sono davvero sconfortanti. Nei Paesi del Terzo Mondo, il 90% delle acque nere viene riversato in fiumi e mari. In Asia, Europa e nelle Americhe, esistono 245mila chilometri quadrati di mare che non possiedono più ossigeno, “asfissiati” dai rifiuti umani, che inquinano anche la terra oltre l’acqua.

Gabinetto, un diritto indice di civiltà e uguaglianza

Gabinetto
Fonte: Web

È interessante come i libri di storia siano pieni zeppi di illustrazioni e incisioni, dal Medioevo fino al 19esimo secolo, che raccontano i danni sulla società a causa dell’assenza di servizi igienici domestici. In quest’illustrazione, per esempio, si mostra come diventasse un comune cortile in una casa senza gabinetto. Ce n’è un’altra molto famosa e molto suggestiva, che ritrae come durante il regno del re Sole, a Parigi, fosse comune defecare per strada. Ma al di là delle suggestioni che certe narrazioni grafiche possono riservare su noi ricchi occidentali, dobbiamo tenere a mente che in alcune parti del mondo la situazione è ancora questa.

Civiltà e uguaglianza legati all’utilizzo del gabinetto sono benefici di cui possiamo godere in gran parte noi donne. I servizi igienici ci assicurano privacy e dignità non solo in quei giorni del mese, ma ci tutelano anche da eventuali molestie sessuali. Inoltre rendono più facili le cure domestiche a disabili e anziani.