diredonna network
logo
Stai leggendo: Nuova Dieta Dukan: Dimagrire Dopo Le Feste In 7 Giorni

Lista dei cibi acidi e cibi alcalini: quali fanno bene e quali fanno male

La dieta del Dottor Mozzi e del gruppo sanguigno: facciamo un po' chiarezza

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Farmaci e abbronzatura: antibiotico e sole sono compatibili?

Cleptomania, sindrome delle star: quell'impulso che spinge a rubare

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

7 Consigli da seguire Ogni Mattina per Velocizzare il Metabolismo (e dimagrire in modo sano)

Nuova Dieta Dukan: Dimagrire Dopo Le Feste In 7 Giorni

La Dieta Dukan tutta nuova propone un metodo alternativo ed efficace in soli 7 giorni. Adatto a chi ha preso un paio di chili in più durante le feste.
(foto: Web)
(foto: Web)

Solitamente durante le feste tutti dicono addio per circa due settimane (O poco più) a diete e regimi alimentari sani per poi pentirsene puntualmente.
A questo proposito Pierre Dukan è tornato con una nuova dieta chiamata “Dei 7 giorni”: facile, efficace e soprattutto senza grandi rinunce.

Dimagrire con un buon bicchiere di vino o un pezzetto di cioccolata? Secondo Dukan si può e spiega:

“È un libro di guerra, che fa appello alla vostra volontà. Dopo il successo del metodo che ho elaborato nel 2000 ora ho aperto un secondo fronte, un metodo basato sulle maniere dolci. Per gli uomini e le donne che non possono immaginare di trascorrere due mesi senza bere un po’ di vino, senza sgranocchiare un po’ di cioccolato, o senza fare una cena al ristorante nel fine settimana!”

Forma, approccio e sviluppo, come sempre.

Ecco come si presenta:

LUNEDì:

È il giorno vitale.
Quantità illimitata gli alimenti di dodici categorie (carni magre, frattaglie, pesci, pollo, affettati magri, uova, proteine vegetali, latticini magri, crusca di avena e un litro e mezzo di acqua).
Camminare per almeno venti minuti.

MARTEDì:

È il giorno essenziale.

Oltre agli elementi proteici si aggiungono le verdure, ma niente amido, quindi no a: patate, mais, piselli, ceci, fave, lenticchie o fagioli e avocado.
Massima efficacia se si evitano anche carote, barbabietole e carciofi. Attenzione al condimento. Camminata per almeno 30 minuti.

MERCOLEDì:

È il giorno dell’importante.
Oltre alle proteine e alla verdura, si aggiunge la frutta: no a banane, uva, frutta secca e oleosa. Varia la porzione accettata: un frutto medio grande (mela, pera, anguria), 2 mandarini, 2 kiwi.
In generale due frutti al giorno.
30 minuti di camminata.

GIOVEDì:

È l’utile.
Sì al pane, ma semintegrale o integrale: due fette, ovvero 45 grammi di pane.
Per il resto restano proteine, verdure e frutta. Come anche i 30 minuti di camminata.

VENERDì:

È il cremoso.

Si possono aggiungere i formaggi: pasta cotta o fermentata con un massimo di 45-50 % di grassi (toma, parmigiano, fontina, camembert, brie, gorgonzola, taleggio). Una porzione: 40 grammi. Invariato tutto il resto, anche l’attività fisica quotidiana.

SABATO:

L’energetico.
Oggi si introducono gli amidacei: 210 grammi di lenticchie, fagioli o ceci; 200 grammi di quinoa, 190 grammi di pasta al dente; 170 grammi di pasta ben cotta, 170 grammi di riso integrale; 150 grammi di riso bianco; 140 grammi di patate bollite con la pelle; 80 grammi di purè di patate.
Camminare però un’ora intera.

DOMENICA:

Libertà per un pasto, pranzo o cena, quello che si desidera.
Per il resto della giornata invece: proteine, verdure, frutta, due fette di pane integrale, una porzione di formaggio. L’attività fisica è da svolgere dopo il pasto di festa.

Non male! Più che dieta pare proprio uno stile di vita sano.
Che ne pensate?!