diredonna network
logo
Stai leggendo: Ritardare L’Arrivo Del Ciclo È Possibile. Ma È Davvero Necessario?

Ritardare L'Arrivo Del Ciclo È Possibile. Ma È Davvero Necessario?

Vi è mai capitato di dire: perché il mio ciclo doveva arrivarmi proprio oggi? E chissà quante volte avrete pensato: potessi avere il potere di ritardarlo almeno un po'! Beh, ragazze, qualche volta davvero si può. Leggete per credere.
fonte: Web
fonte: Web

Dunque, vediamo: che cos’è il ciclo, se non quel periodo di flusso mestruale che dura 4-5 giorni, arrivando in genere ogni 28, ma che ha spesso la capacità di comparire comunque quando in genere dà più fastidio?

Almeno secondo la mia personale statistica elaborata secondo i seguenti dati.

  • Prendersi giusto 5 giorni di ferie per andare al mare e passarli tutti con il ciclo: ce l’ho.
  • Organizzare il primo week end romantico con lui e il “terzo incomodo“, stranamente in anticipo, ma puntuale nel creare disagi: ce l’ho.
  • Un notevole quantitativo di esami universitari sostenuti tra un crampo addominale e l’altro, con pressione arteriosa non pervenuta: ce l’ho.
  • Matrimonio della tua amica e simultaneo arrivo anticipato del ciclo, che ti coglie sprovvista dell’adeguato necessaire e ti costringe a restare seduta per tutta la cerimonia: ce l’ho!!!

Scommetto che qualcuna di voi avrebbe anche altre situazioni da aggiungere.

A questo punto, se ogni tanto vi capita di voler ritardare per qualche motivo il vostro ciclo, sapete cosa fare.

Ma ricordate che la natura deve fare il suo corso e che di questi trucchi non dovete mai abusare.

E in ogni caso, non ci stancheremo mai di ripeterlo, sentite prima cosa vi consiglia il vostro dottore. Capito?

1. Quindi, che faccio?

Fonte: Web
Fonte: Web

In realtà un modo per evitare questi inconvenienti ed influenzare la comparsa del ciclo mestruale c’è.

Anzi, più di uno, e sono numerose le donne che vi hanno fatto ricorso almeno una volta nella vita.

Lo fanno, ad esempio,le sportive quando rischiano di affrontare una competizione importante in condizioni non certo ottimali per avere buoni risultati.

Una premessa, però, è d’obbligo: procrastinare la comparsa del ciclo è sempre qualcosa di invasivo, perciò non deve essere un’abitudine, ma uno stratagemma cui ricorriamo solo ogni tanto, per occasioni ed esigenze particolari.

In ogni caso, sarebbe sempre buona regola consultare prima il nostro medico.

Detto questo, ecco come possiamo spostare di qualche giorno l’arrivo del nostro ciclo, con l’aiuto della medicina e perfino di qualche rimedio naturale.

2. Per qualche pillola in più

Fonte: Web
Fonte: Web

La pillola è uno dei metodi sicuramente più efficaci.

Se ne assumete già una monofasica, di quelle per intenderci con 21 confetti, per ritardare il ciclo di una settimana, invece di fare la pausa come di consueto, potete spostarla continuando ad assumere la pillola per altri 7 giorni.

Ricordate però che la pillola è pur sempre un farmaco, perciò, prima di fare di testa vostra, dovreste fare una telefonata al vostro ginecologo.

3. Due scatole invece di una

Fonte: Web
Fonte: Web

L’altro metodo, che coinvolge sempre la pillola anticoncezionale, è da molti dottori  preferito al primo.

Ma voi chiedete sempre prima al vostro, saprà consigliarvi meglio di chiunque altro.

Consiste nel prendere due scatole in successione, senza quindi fare alcuna pausa.

4. Con il noretisterone

Fonte: Web
Fonte: Web

Con questo impronunciabile nome si indica un farmaco comunemente usato da molti anni per regolarizzare il ciclo mestruale, sia in termini di durata, che di quantità, che per attenuare i dolori.

Può essere dunque utilizzato per anticipare o posticipare un ciclo, ma rigorosamente sotto controllo medico, perché normalmente non ha grandi controindicazioni ed è ben tollerato, ma la valutazione di eventuali rischi va fatta caso per caso.

Attenzione: non è un anticoncezionale!

5. Bando al peperoncino

Fonte: Web
Fonte: Web

Passiamo ai metodi naturali.

Non hanno base scientifica, quindi, non ne possiamo garantire l’efficacia, ma in questo caso tentar non nuoce, perché male di certo non faranno.

C’è chi ritiene che il consumo di cibi piccanti possa far anticipare il ciclo.

Perciò, per provare a ritardarlo, potreste evitare di consumare qualche settimana prima peperoncino, pepe, aglio, paprica e zenzero.

Oppure, se ne consumate prima in grande quantità, potete anticipare il ciclo, evitando comunque di averlo nei giorni che avete deciso.

Sempre che non andiate prima a fuoco!

6. Ananas e papaya

Fonte: Web
Fonte: Web

A parte le spezie, ci sarebbero altri cibi “caldi”, in grado di influenzare la comparsa del ciclo.

Si tratterebbe della papaya, per esempio, ma anche dell’ananas, dei datteri e di molte verdure che hanno la radice.

Non lo dice la scienza, però, ma la tradizione popolare, secondo la quale quindi consumarne prima grandi quantità e poi eliminarli del tutto potrebbe ritardare il ciclo.

7. Le lenticchie, quelle chiare

Fonte: Web

Altra credenza popolare vuole che assumere ogni giorno una zuppa di lenticchie chiare una settimana prima del ciclo, sia in grado di ritardarlo.

Se saltate questi legumi nell’olio e, una volta che si sono ammorbiditi, li frullate, potete preparare la base per una zuppa, da mangiare al mattino a stomaco vuoto con dell’acqua calda.

Certo, il cornetto e cappuccino è un’altra cosa…

8. Un po’ più di sport

Fonte: Pinterest.com
Fonte: Pinterest.com

Aumentare la dose di sport quotidiano può ritardare il ciclo.

Se siete già delle sportive, da due a quattro settimane prima di quella in cui aspettate le mestruazioni, dovreste aumentare l’intensità dell’attività fisica.

Ovviamente se l’unico sport che conoscete è il salto sul divano, limitatevi ad un incremento di esercizio più contenuto.

Neanche questo è un rimedio scientifico, ma, male che vada, avrete smaltito qualche caloria in più.

9. La doccia fredda

Fonte: Web
Fonte: Web

Un altro sistema tradizionale sarebbe quello di farsi un bel bagno di acqua fredda.

Certo, in estate potrebbe essere anche piacevole.

In inverno decisamente meno.

10. Tisana al prezzemolo

Fonte: Web
Fonte: Web

Un altro sistema per evitare di avere il ciclo in determinati giorni è quello di giocare d’anticipo: fare in modo che le mestruazioni compaiano prima del previsto con l’aiuto di una tisana preparata con le foglie di prezzemolo.

Fatene bollire una manciata per mezz’ora, filtrate e bevetene 3-4 tazze al giorno. Tra le altre cose,  queste verdi foglioline aiutano a depurare i reni e a ridurre i gas intestinali.