diredonna network
logo
Stai leggendo: Menopausa prima dei 46 anni? Rischio Ictus!

L'herpes genitale è un'infezione sessualmente trasmissibile. Quando siamo più a rischio?

"Borotalco cancerogeno": maxi risarcimento da Johnson & Johnson a una donna con cancro alle ovaie

Sonnambulismo, 6 cose da sapere su chi cammina nel sonno

Alimenti lassativi: quali sono e come assumerli

Lingua a carta geografica: cos'è e come si cura

Spasmofilia, la "malattia invisibile" di chi è sempre stanco

Depurativo antartico: il segreto della dieta tisanoreica

La dieta senza glutine fa dimagrire, fa male o fa bene?

"Qual è la differenza fra Balfolic e Prefolic?"

La sindrome di Stendhal: l'attacco di panico per eccesso di bellezza

Menopausa prima dei 46 anni? Rischio Ictus!

Una menopausa che si presenti prima dei 46 anni di età fa aumentare del doppio le probabilità di sviluppare disturbi dell’apparato cardiovascolare – con maggiore predisposizione alle malattie coronariche e l’ictus. Questo è l'allarme lanciata dai ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine.

Le donne che entrano in menopausa prima dell’età prevista rischiano di essere vittime di un evento cardiaco, anche se non si ha una storia familiare o si è esente dai tradizionali fattori di rischio.

“Se i medici sanno che una paziente è entrata in menopausa prima del suo quarantaseiesimo compleanno devono essere estremamente vigili nelle raccomandazioni e fornire trattamenti per aiutare a prevenire gli attacchi di cuore e ictus – spiega il principale autore dello studio, professor Dhananjay Vaidya, della Divisione di Medicina Interna Generale presso la JHU – I nostri risultati suggeriscono che è importante anche al fine di evitare la menopausa precoce, se tutto questo è possibile”.
Per prevenire una possibile menopausa precoce sarebbe buona cosa smettere di fumare poiché le fumatrici raggiungono la menopausa in media due anni prima rispetto alle non-fumatrici. Fumo a parte, il rischio resta sia che la donna abbia raggiunto la menopausa per cause naturali o a seguito di un intervento chirurgico di asportazione degli organi riproduttivi.

I dati raccolti e analizzati riguardavano 2.509 donne che avevano preso parte a uno studio multietnico sull’aterosclerosi che coinvolgeva sia uomini che donne di età compresa tra i 45 e gli 84 anni. I partecipanti sono stati arruolati tra il 2000 e il 2002, e sono stati seguiti fino al 2008. Le donne coinvolte hanno riferito nel 28% dei casi di essere entrate in menopausa precoce, o prima dei 46 anni. Di queste si è potuto stabilire che avevano il doppio di rischio di essere vittime di un evento cardiovascolare, tuttavia i casi effettivi registrati erano 87 – di cui 50 erano state vittime di un evento cardiaco e 37 di ictus.
“I processi patologici cardiovascolari e i rischi iniziano molto presto nella vita, anche se gli attacchi di cuore e ictus possono avvenire più tardi nella vita – sottolinea Vaidya – Purtroppo, le giovani donne spesso non sono oggetto di prevenzione, perché la malattia cardiovascolare è ritenuta attaccare solo le donne di età avanzata. Quello che il nostro studio ribadisce è che la gestione dei fattori di rischio quando le donne sono giovani probabilmente previene o ritarda gli attacchi di cuore e ictus con l’età”.
fonte: tgcom