diredonna network
logo
Stai leggendo: La nuova frontiera dell’anoressia: la Drunkoressia

Mai provato il fitwalking? 7 motivi per cui è meglio della corsa

Doga (o Dog Yoga) e Goat Yoga: perché fare yoga con il cane o... la capra

Perché molte persone piangono sotto la doccia?

Oltre la sindrome di Turner: le storie di 4 donne che ce l'hanno fatta

Prova a mettere una cipolla nei calzini (o in camera) e questo è quello che succederà

Non riesci a decidere? Il tuo corpo sa cosa fare: ecco come capirlo

Antigravity Yoga: 4 posizioni yoga da fare con l'amaca

4 motivi per cui dovresti massaggiare il tuo seno

Perché devi buttare subito via la spugna che hai in cucina

Sai perché abbiamo un solco sotto il naso?

La nuova frontiera dell'anoressia: la Drunkoressia

E’ un fenomeno nato negli USA e consiste nel sostituire il cibo con l’alcool per sentirsi accettate dal gruppo e per accelerare gli effetti degli alcolici. Purtroppo sta diventando una moda anche in Italia

img1024-700_dettaglio2_sballoE’ un nuovo disturbo alimentare ed è chiamato “drunkoressia” e consiste nel non mangiare fino a sera, così ci si può letteralmente buttare sugli aperitivi degli happy hour, ovviamente ipercalorici, e bere senza freno.

Queste ragazze, visto che è una “moda” più femminile che maschile, utilizzano le bevande alcoliche, nella maggior parte dei casi senza gradire il sapore nè gli effetti, per sopprimere l’appetito. Un certo grado di ebbrezza attenua la fame e dà la sensazione di pienezza e sazietà eliminando la sensazione di disagio data dalla fame.

Dalle ultime statistiche ricorrono a questa tecnica per dimagrire circa il 30% dei giovani tra i 18 e i 24 anni. Da un sondaggio condotto sugli studenti della University of Missouri in Columbia è emerso che un intervistato su sei limita il consumo di cibo, o se ne priva completamente, per assumere alcolici. Inoltre secondo un’inchiesta della Fox Television il 40% delle ragazze dei college sarebbero disposte a seguire il nuovo trend.

hen party
prevalenza tra i 14 e i 17 anni, e l’80% sono ragazzine. Ma il numero è in continuo aumento, e in dieci anni non ci sarà più nemmeno prevalenza di genere” dichiara Laura Dalla Ragione, referente del ministero per i disturbi alimentari.

Digiuno ed abuso di alcol creano una combinazione pericolisissima per la salute! Oltre agli evidenti problemi che si causano al fegato, i danni possono essere anche provocati ai reni, al cuore, alla circolazione, ai denti, all’esofago, al sistema nervoso e cardiovascolare, in quanto l’alcol è tossico per il nostro corso e se viene assunto da solo i suoi effetti sono moltiplicati.

Tra le teenagers è quasi un rituale indossare abiti mini e short cortissimi in occasione degli happy hour. Ma se non hai la taglia 38, sei fuori dal gruppo!” afferma Monia Napolitano sociologa di Codici, e continua “Essere magre, dunque, sembra essere diventato un imperativo categorico che condiziona in maniera dominante lo stile di vita quotidiano. In questo contesto la pubblicità e la televisione giocano un ruolo fondamentale, trasmettendo messaggi spesso pericolosi e persuasivi”.

In Italia sono già nati dei centri pubblici, e non, per curare questo tipo di disturbo.

Sabrina Mencarelli, psicologa che si occupa di questi casi afferma “E’ raro che questo tipo di patologia venga riconosciuta in tempo. Fin quando non diventano così malnutrite da avere bisogno del sondino. Fin quando non abusano dell’alcol così da cadere in coma etilico. Sempre di più. Sempre prima. Cominciano ad arrivare qui persino ragazzine di sette o otto anni”.

alcol-anoressia_g4829
Forse è impossibile da credere ma la drunkoressia è ancora più pericolosa dell’anoressia in quanto con questo metodo non si dimagrisce più di tanto, e per questo porta i soggetti ad assumere sempre meno cibo e a bere sempre di più per la crescente frustrazione arrivando nei casi più gravi a diventare dipendenti dagli alcolici e quindi a sommare il disturbo alimentare all’alcolismo.

Bere alcolici è diventato trendy, una moda, ma anche il modo per essere accettati dal gruppo. Ma è ancora più triste sapere che la maggior parte delle donne, in particolar modo quelle americane, preferisce essere magra che intelligente. E sconvolgente è constatare che le giovanissime italiane preferiscono essere ubriache che sovrappeso.

Forse manca davvero la consapevolezza che la bellezza non è solo fisico ma anche, e soprattutto, cervello!