diredonna network
logo
Stai leggendo: Influenza in arrivo: due nuovi virus molto aggressivi

Influenza in arrivo: due nuovi virus molto aggressivi

Con due virus nuovi rispetto all'anno scorso e al 2010, l'influenza di quest'anno si annuncia più “cattiva”. “Ci si aspetta una stagione influenzale meno mite e più complessa rispetto a quella dei due anni scorsi e richiedera' un'attenzione maggiore alla vaccinazione da parte delle categorie deboli”. A dirlo il presidente dell'Amcli (Associazione microbiologi clinici italiani), Pierluigi Clerici.

Due ceppi diversi!

Cadono le prime piogge e con i primi raffreddori l’influenza è in agguato. E quest’anno, avvertono dall’Associazione dei Microbiologi Clinici Italiani, sarà più “cattiva” perchè circolerà ancora il ceppo virale pandemico del 2009 (il virus A/H1N1) con l’aggiunta di altri due virus: due ceppi diversi da quelli che hanno circolato negli ultimi due anni (un ceppo B e un ceppo H3N2).

Nella stagione 2009/2010, ha causato 575 mila morti (circa centomila in più rispetto ai decessi causati dalla solita influenza stagionale), l’80 per cento delle quali fra gli under 65.
Clerici osserva che dopo la pandemia “abbiamo avuto due stagioni influenzali relativamente più tranquille poiché hanno circolato gli stessi ceppi virali, quindi la composizione del vaccino è rimasta uguale”.

Identikit dell’influenza

A lavorare sull’identificazione dei virus sono al lavoro ben oltre 100 laboratori in diversi Paesi che raccolgono dai pazienti i virus influenzali e li inviano ad alcuni centri di riferimento situati in America, Londra, Australia, Giappone, Cina che li tipizzano. Poi, basandosi sui tipi identificati, della loro maggior o minor circolazione, dei luoghi dove hanno stanziato e di come si sono spostati nei due emisferi, si arriva a presumere con buona approssimazione quali sono i ceppi virali che saranno la causa principale della successiva stagione fredda e quindi quali inserire nel vaccino «scudo».