diredonna network
logo
Stai leggendo: 8 Cose sui Cibi Sani che Pensi siano Vere Ma Non lo Sono

8 Cose sui Cibi Sani che Pensi siano Vere Ma Non lo Sono

Sul cibo si dicono davvero tante cose e a volte si fatica a capire che cosa sia vero e che cosa non lo sia. Abbiamo raccolto per voi 8 falsi miti sui cibi sani che potranno aiutarvi a chiarirvi le idee e a mangiare in modo più consapevole.
(Foto: Web)
(Foto: Web)

Su quello che mangiamo si dicono una miriade di cose molto spesso in contraddizione tra loro.

Ma quali sono vere?

Anche i cibi sani sono interessati da questo chiacchiericcio che spesso crea confusione nelle menti delle donne che devono fare la spesa.

Come orientarsi tra le tante proposte che troviamo sui banchi del supermercato senza sentirci smarrite?

E come possiamo essere certe di avere un’alimentazione davvero corretta?

Beh, come prima cosa potremmo sfatare quei falsi miti sui cibi sani che si sentono circolare in giro.

Vediamo quali sono:

1. Fresco è meglio di surgelato

(Foto: Web)
(Foto: Web)

I prodotti freschi contengono più proprietà nutritive di quelli surgelati, no?

No, non esattamente.

Spesso è il contrario, perché un prodotto che arriva fresco sugli scaffali del supermercato ha magari dovuto attraversare lunghe distanze ed elementi come il calore, l’aria e l’acqua possono avergli fatto perdere alcuni nutrienti che si conservano se si surgela il prodotto.

Chiaramente, se si acquista il prodotto fresco in modo diretto dal produttore è un’altra storia.

2. Un bicchiere di vino al giorno

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Beh, questa la sapevo.

Un bicchiere di vino al giorno può portare benefici alla nostra salute, purché siano uno.

Se la quantità di vino aumenta, infatti, è come se i potenziali effetti positivi per la salute trovino qualcosa che li contrasta.

3. Lo zucchero grezzo di canna è migliore di quello bianco

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Per il nostro corpo la molecola dello zucchero grezzo di canna è la stessa di quello bianco e così anche il loro apporto nutritivo.

Cosa cambia allora? La differenza sta nell’origine dello zucchero e nella sua raffinazione.

Lo zucchero bianco può derivare o dalla barbabietola o dalla canna da zucchero, mentre lo zucchero grezzo di canna, come dice il nome, solo dalla seconda.

Ma perché i colori diversi?

Perché lo zucchero grezzo di canna subisce una raffinazione in meno che non lo purifica dai residui di melassa, conferendogli il colore marroncino.

Vero che la melassa contiene qualche minerale, ma comunque in quantità irrisoria.

4. Un succo di frutta al 100%

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Bere un succo di frutta al 100% equivale a mangiare un frutto?

No, perché nel succo possono essere stati aggiunti zuccheri che aumentano le calorie e ci sono meno fibre.

Un frutto fresco invece tende ad avere più vitamine e fibre; inoltre ha il pregio di limitare l’assunzione di altri alimenti.

5. Le bevande per gli sportivi

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Le bevande pensate per gli sportivi fanno bene!

Il discorso vale solo se l’allenamento è durato più di un’ora, altrimenti è meglio bere della classica acqua, che è comunque in grado di reintegrare tutti i liquidi dispersi.

Bere una bevanda per sportivi senza aver fatto abbastanza moto vuol dire solo ingurgitare calorie.

6. Il pane nero è migliore di quello bianco

(Foto: Web)
(Foto: Web)

In linea generale sì, perché il pane nero è prodotto del tutto o parzialmente con grani integrali (come avena, segale, orzo, grano saraceno), che sono meno raffinati della classica farina.

Ma a volte il pane assume un colore scuro perché è aggiunto del colorante caramello, che non è per niente sano!

Attenzione quindi a leggere bene l’etichetta!

7. Le uova scure sono più nutrienti di quelle bianche

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Il colore dell’uovo non indica un diverso apporto nutritivo, ma il colore delle piume dell’uccello da cui viene.

Una gallina marrone fa uova più scure di una bianca: non cambia nulla.

Piuttosto preferite uova di galline allevate all’aperto.

8. Tutto naturale!

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Se sulla confezione è scritto che il prodotto è naturale non fidatevi mai al 100% ma guardate sempre l’etichetta.

Lì infatti sono indicati ingredienti ed eventuali additivi dannosi per la salute.