diredonna network
logo
Stai leggendo: Ovaio policistico: pillola sì o no?
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

Ovaio policistico: pillola sì o no?

Salve Dottore, la mia domanda è: il periodo di sospensione della pillola è obbligatorio nel caso di ovaio policistico? Prendo la pillola da 4 anni senza interruzione perché il mio medico è contro il periodo di sospensione, sostiene che la pausa non possa giovare alla condizione dell’ovaio, lei è d’accordo? Se ritiene invece la pausa fondamentale, mi sa dire orientativamente ogni quanto farla e per quanto tempo? Grazie.

Domanda di Francesca

La risposta dell'esperto

Ogni volta che si inizia ad assumere la pillola contraccettiva, si inserisce nell’organismo una dose di ormoni, per modificare la normale ciclicità dell’organismo. Il corpo accetta bene questo ormone ma subisce un periodo di adattamento, uno sbalzo ormonale, un contraccolpo e questo può dare dei disturbi. L’uso continuo evita sbalzi e l’interruzione non porta particolari benefici. Inoltre senza la pillola l’ovaio torna gradualmente policistico poiché è la sua natura.
Per cui può seguire i consigli del suo ginecologo e continuare.

Cordiali saluti

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Risponde Dottor Salvatore Di Leo

Ginecologo

Domanda all'esperto

Laureato con lode in Medicina e Chirurgia, successivamente ha conseguito la specializzazione in Ginecologia ed Ostetricia con lode presso l’Università di Catania. Dopo la laurea si è dedicato ad un percorso formativo sub-specialistico in Tecniche avanzate in fisiopatologia della riproduzione, ha seguito un Master in Ecografia Ostetrica Ecocardiografia fetale a Roma all’Artemisia Main Center e nel 2014 si è diplomato al S.I.E.M.G – Siumb in ecografia generalista.

Attualmente è Dirigente Medico di Ginecologia ed Ostetricia presso l’U.O. di Desenzano del Garda, dove svolge l’attività ginecologica, ostetrica e laparoscopica, con particolare riguardo a Colposcopia, Uroginecologia ed Urodinamica, Patologia del Basso tratto. Privatamente pratica rivitalizzazioni vaginali in quelle pazienti con atrofie marcate per Menopausa o patologie vulvari e vaginali.

Blog personale

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Consulta le risposte del Dottor Salvatore Di Leo e degli altri esperti su: