diredonna network
logo
Stai leggendo: “Non ho amici, né amore: perché sono sempre sola?”
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

"Non ho amici, né amore: perché sono sempre sola?"

Sono una donna single di 37 anni. E non ho nessuna amicizia. Le mie giornate sono casa lavoro casa. Il mio lavoro mi impegna moltissime ore, sei giorni su sette. Mi resta il tempo per portare un paio di volte il mio cane velocemente giù e cucinare. L’unico giorno libero (quasi sempre libero) lo dedico alle pulizie, visto che non ho altri momenti per quello. Non ho nessuna amicizia perché non so. Con le vecchie conoscenze, tutte con famiglia, ci siamo persi di vista. Non riesco a capire come mai non ho nessuno che voglia frequentarmi, anche perché sono anni che lavoro sul mio carattere per smussare le parti negative.

Eppure, nonostante i miei sforzi, niente. Alcune persone con cui uscivo un paio di anni fa, non mi chiedono più di andare con loro, perché più volte ho dovuto lasciar perdere (non mi potevo permettere i ristoranti dove a maggioranza decidevano di andare). Mi posso permettere una sola uscita al mese, ma ormai non capita quasi mai, anche perché sono rimaste solo quelle con i colleghi.

In amore non ho nessuno, se non un uomo impegnato di cui sono ancora innamorata ma da cui sono stata costretta in parte, in parte ho deciso, di allontanarmi. Vorrei trovare l’amore, ma data la mia vita, l’unico modo sarebbe che mi piombasse in casa (un ladro praticamente). Volevo segnarmi in palestra ma non ho soldi. Troppe spese vivere da sole in affitto. Mi sento finita. Senza via d’uscita da questa solitudine.

Domanda di Donna di 37 anni

La risposta dell'esperto

Carissima,

quindi ricapitolando: le tue giornate sono tutte uguali, non hai tempo per far nulla, non hai amici, non hai soldi, non hai un uomo accanto… e dal tuo racconto sembra proprio che la tua vita faccia schifo. Anche io mi sentirei finita fossi in te ma rifletterei anche su tutte le persone che, nelle tue stesse condizioni, portano avanti un’esistenza dignitosa ed a tratti soddisfacente.

Rifletterei su tutti quegli aspetti che hai appena accennato o di cui ti interessano solo i difetti: hai un meraviglioso cane che vive con te, hai un lavoro, una casa tutta per te ed i colleghi con cui uscire una volta al mese. Ti sei chiesta perché questi aspetti non rientrano nell’analisi della tua vita? Cosa fai per migliorare la tua esistenza? Quali vantaggi ha per te il continuare a piangerti addosso? Cosa renderebbe la tua vita più soddisfacente? Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissata al fine di creare una condizione di vita ottimale?

Una buona auto-analisi può aiutarti a capire a che punto sei della tua vita, quali sono le tue responsabilità e cosa puoi fare. Se senti invece di non avere affatto tutto questo potere, la cosa migliore da fare è cercare un sostegno. Fissa un appuntamento con uno psicologo, un professionista che saprà aiutarti a comprendere le motivazioni, le difese ed i blocchi presenti nella tua vita attuale e saprà sviluppare o migliorare le tue risorse per uscire da questo stato di impasse con successo!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Risponde Dr. Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono - Psicologa Psicoterapeuta* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento