diredonna network
logo
Stai leggendo: Ecco come lo smartphone può aiutarci ad individuare il cancro

Ecco come lo smartphone può aiutarci ad individuare il cancro

È nato un laboratorio portatile per smartphone che permette di capire se abbiamo il cancro grazie all'utilizzo del nostro telefonino. Può inoltre analizzare otto campioni alla volta, vediamo come.
smartphone cancro
Fonte: web

Noi donne temiamo molto il tumore al seno e la prevenzione non è mai abbastanza. Sapevate che una persona su due rischia di sviluppare il cancro nel corso della sua vita? I tumori però si possono anche prevenire e, a volte, sconfiggere.

I ricercatori della Washington State University hanno ideato uno strumento che funge da “laboratorio portatile” e può analizzare più campioni alla volta per trovare biomarcatori tumorali. Questo dispositivo è portatile e si può connettere allo smartphone, grazie a questa tecnologia potremmo capire in modo semplice e veloce se una persona ha il cancro.

L’accessorio è stato pensato per velocizzare i procedimenti e le prassi molto lunghe che spesso deve affrontare chi è malato. Con questo dispositivo infatti sarà semplice capire se una persona è malata già in ambulanza, negli studi medici e al pronto soccorso.

smartphone
Fonte: web

Questo strumento è uno spettrometro a otto canali e può appunto svolgere i test su otto campioni alla volta. Può rintracciare il biomarker di tumori come quello ai polmoni, alla prostata, al fegato, al seno e alla pelle. Tramite lo spettro luminoso lo spettrometro può rintracciare l’interleuchina, il biomarker comune a tutti i tumori elencati e i tipi di composti chimici e la loro quantità presenti in un determinato campione.

Lo spettrometro per smartphone esiste già, ma identifica un campione alla volta e non è abbastanza efficace o affidabile. Per analizzare otto campioni allo stesso tempo gli studiosi utilizzano un test comune (colorimetric test enzyme-linked immunosorbent assay) che tramite il cambiamento di colore dello spettro luminoso individua i marcatori della malattia.

La novità sta nel fatto che, grazie a questo spettrometro, si possono analizzare otto campioni alla volta, o si può analizzare uno stesso campione otto volte in modo da avere la certezza assoluta del risultato. È stato depositato un brevetto provvisorio del dispositivo, lo spettrometro finora è stato utilizzato solamente su campioni standard da laboratorio, ma l’efficacia è provata al 99%. Per controllare e confermare ulteriormente il dispositivo saranno effettuati a breve anche test fuori dal laboratorio e su casi reali.

I ricercatori della Washington State University hanno creato uno spettrometro che funziona con iPhone 5, ma presto sarà sicuramente adattato anche ad altri dispositivi.
Questo strumento sarà sicuramente molto utile in piccoli paesi o villaggi in cui la tecnologia non è ancora abbastanza avanzata o in luoghi in cui non si ha la possibilità di trasportare macchinari pesanti e complessi.

cancro smartphone
Fonte: web