diredonna network
logo
Stai leggendo: Tutto Quello che le Donne Dovrebbero Sapere sulle Mestruazioni

Tutto sul menarca: cos'è, sintomi e fasi della crescita

Quando il ciclo si ferma: cos'è l'amenorrea?

Ciclo Irregolare? Ecco 10 Cose che Potrebbero Averlo Influenzato

Dismenorrea: Cause, Sintomi e Rimedi

Metrorragia: Cos'è, quali sono le Cause e quali i Rimedi

Sindrome Premestruale: 10 Modi (efficaci) per Provare a Sconfiggerla

Seasonale, la pillola contraccettiva con quattro mestruazioni l'anno

Perché il Ciclo ci fa Sentire Grasse e Gonfie (e anche Più Brutte)

Mestruazioni: le Situazioni in cui Bisogna Rivolgersi al Medico

Mai Più Assorbenti! Perchè È Meglio Usare La Coppetta Mestruale

Tutto Quello che le Donne Dovrebbero Sapere sulle Mestruazioni

E se le mestruazioni non fossero solo un fastidio ma un'occasione per attingere a risorse inaspettate? Seguendo ogni fase del ciclo mestruale, vediamo come sfruttare al meglio tutti i cambiamenti che il nostro corpo affronta.
(Foto: Web)
(Foto: Web)

Si dice sempre quanto sia importante conoscere il proprio corpo e interpretare i segnali che questo ci manda.
Capire che cosa il corpo ci dice è infatti un modo per valutare la nostra salute, per capire se stiamo bene oppure se stiamo affrontando uno stress eccessivo. Nulla deve sfuggire alla nostra analisi e, in quanto donne, cosa c’è che più ci caratterizza del ciclo mestruale? Certo, una caratterizzazione nel bene e nel male, perché a volte le mestruazioni (e il ciclo premestruale) portano con sé forti emozioni, che possono andare da una leggera malinconia a una rabbia immotivata al desiderio di scappare via, portando con sé una camion pieno di cioccolata e dolcetti.

Troppe volte ci hanno posto davanti spot televisivi sugli assorbenti senza però mostrare come una donna vive davvero il proprio ciclo mestruale. Questo video ne è un esempio:

Certo, ogni donna vive il ciclo a modo suo, però una cosa è certa: sono poche le donne che conoscono bene il suo funzionamento, che è senza dubbio complesso. E questo è un peccato, perché appunto perdiamo l’occasione di conoscere meglio noi stesse e magari di considerare il ciclo non, o non solo, come una cosa fastidiosa, ma come una risorsa. Curiose di sapere a cosa mi riferisco?
Allora leggete le 9 cose che ognuna di voi dovrebbe sapere sul proprio ciclo mestruale!

1. 28 giorni

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Partiamo con una specifica: le mestruazioni, cioè la perdita di sangue, che può durare dai cinque ai sette giorni, sono inserite in un vero e proprio ciclo di 28 giorni, durante il quale il nostro corpo affronta una serie di cambiamenti.

Anche la luna ha un ciclo di 28 giorni e noi dobbiamo concepirci un po’ come lei: all’inizio del ciclo cresce, espandendosi nella notte, sino al momento in cui diventa piena; poi cala e si restringe.

2. L’inizio di tutto

(Foto: Web)
(Foto: Web)

La prima fase del ciclo mestruale coincide con l’arrivo delle mestruazioni.

Nel giro di poche ore, il livello degli estrogeni, cioè gli ormoni sessuali femminili, inizia a salire e iniziamo a lasciare andare la pesantezza dei giorni precedenti, tipica della sindrome premestruale.

Sfruttiamo questo momento: è l’ideale per abbandonare quello che non ci serve più, come le emozioni deleterie (ansia, rabbia e così via) o un rapporto che non funziona.

3. Precauzioni

(Foto: Web)
(Foto: Web)

È sempre bene avere cura del proprio corpo ed evitare di assumere sostanze nocive. Il momento delle mestruazioni non è da meno.

Essendo la vagina una delle parti più assorbenti del corpo, se usiamo i tamponi è bene controllare che siano privi di diossina e candeggina. Per andare sul sicuro optate sui tamponi organici al 100 per cento.

4. Una botta di ormoni

(Foto: Web)
(Foto: Web)

La seconda settimana del ciclo è la fase degli estrogeni, che aumentano in modo costante, portando ad un innalzamento dei livelli di serotonina nel cervello: questo vuol dire energia, buonumore ed entusiasmo.

Ma non solo: le nostre capacità verbali sono rafforzate, per cui se avete qualche presentazione o colloquio importante, o qualche esame, è questo il momento più adatto!

5. L’ovulazione

(Foto: Web)
(Foto: Web)

L’ovulazione consiste nel rilascio di un ovulo da una o da entrambe le ovaie (che si alternano tra un ciclo e l’altro). Avviene di norma tra il dodicesimo e il sedicesimo giorno: questo periodo viene dunque considerato quello in cui una donna è più fertile.

Durante questo momento ci sentiamo più attratte dagli altri, che a loro volta ci trovano attraenti, grazie a feromoni che liberiamo e anche per l’incarnato luminoso.

6. Arriva il progesterone

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Finita l’ovulazione, calano anche estrogeni e testosterone, mentre aumenta il progesterone, un ormone che porta a desiderare di ritirarsi (ricordate la luna che cala?).

Questo aumento del progesterone interessa la terza e la quarta settimana del ciclo: alcuni studi hanno evidenziato che in questo periodo l’emisfero destro del cervello, che è la parte associata alla conoscenza intuitiva, è più attivo. Quindi durante queste due settimane il nostro intuito sarà più acuto.

7. Cibo che passione

(Foto: Web)
(Foto: Web)

L’alimentazione influenza il nostro corpo e ovviamente anche il ciclo mestruale ne è interessato.
Scegliendo i cibi corretti possiamo ridurre alcuni disagi, sia emotivi sia fisici.

Qualche esempio? Mangiare cibo ricco di magnesio (come crusca, cioccolato amaro e mandorle) riduce i crampi della fase premestruale, mentre assumere durante tutto il ciclo vitamina B6, che si trova in alimenti come i legumi, i cereali integrali e le verdure a foglia verde, può diminuire i gonfiori.

8. Alla fine del ciclo

(Foto: Web)
(Foto: Web)

La quarta settimana è la fase premestruale, che avviene prima dell’inizio di un nuovo ciclo. Il progesterone cresce sin quasi alla fine di questa fase, finché non precipita a livelli minimi, con gli estrogeni e il testosterone.

È il momento di prenderci tempo per noi e per curarci, per rallentare il ritmo, altrimenti possono emergere emozioni negative coma la rabbia.

9. Positività

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Essere positive aiuta sempre nella vita. Ma volete sapere la chicca in più?

Alcune ricerche hanno mostrato che molti dei fastidi della fase premestruale diminuiscono se siamo positive nei confronti del ciclo mestruale. Beh, tentar non nuoce!