diredonna network
logo
Stai leggendo: SOS Eritema Solare: 8 Utili Consigli Per Dare Sollievo Immediato

SOS Eritema Solare: 8 Utili Consigli Per Dare Sollievo Immediato

Se siete state così coraggiose o distratte da stare al sole senza protezione e ora la vostra pelle è più scottata che mai non abbiate paura: abbiamo trovato per voi 8 consigli per aiutare la guarigione dell’eritema solare e tornare presto sotto il sole!
eritema solare
(Fonte: weheartit.com)

In quest’estate un po’ troppo piovosa l’apparizione del sole in cielo può causare diverse reazioni in una donna: un sospiro di sollievo perché finalmente potrà stendere l’ultima lavatrice, un sorriso perché è meteoropatica o un entusiasmo incontenibile perché finalmente potrà stendersi sullo sdraio e migliorare la propria abbronzatura.

Nell’esaltazione, si dimentica di mettersi la protezione solare e la sera stessa si accorge con orrore che la pelle, invece di avere un piacevole colore ambrato, è rossa come un pomodoro.

Ha sviluppato senza rendersene conto un eritema solare, cioè una scottatura dovuta a un’eccessiva esposizione ai raggi UV.

L’eritema solare è un’ustione di primo o secondo grado, i cui sintomi compaiono entro le 12 ore successive all’esposizione al sole, spesso accompagnata a un’insolazione.

I sintomi sono molto irritanti: arrossamento della pelle, bolle, presenza di fastidiose vesciche, eccessiva sensibilità della pelle al tocco, esfoliazione e secchezza cutanea.

In base al fototipo della pelle e alla dose di raggi UV assorbiti, i danni possono essere più o meno intensi.

L’eritema solare sparisce da solo in qualche giorno, ma col tempo può facilitare la presenza di macchie cutanee, la formazione di rughe, la perdita del tono della pelle e soprattutto può aumentare il rischio di tumore alla pelle (melanoma).

Il consiglio è quello di non esporsi mai al sole senza un’adeguata protezione solare; tuttavia, se il danno è già stato fatto, ecco qua 8 semplici modi per curare l’eritema solare con rapidità.

1. Idratazione

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

Quando abbiamo la pelle scottata dal sole ci pare di essere circondate da un’aura di calore che per le freddolose potrà anche essere piacevole, ma solo se sono così fortunate da non provare bruciore.

In ogni caso, è importantissimo mantenere la pelle e noi stesse idratate, bevendo molta acqua (8 bicchieri al giorno) e utilizzando creme o latti per il corpo, per evitare che la pelle si secchi.

Per ottenere ancora maggior sollievo, si può raffreddare la crema prima del suo utilizzo, ponendola in frigorifero.

2. Ahi che dolore!

eritema solare
(Fonte: weheartit.com)

Da donne temerarie quali siamo, vogliamo vedere se premendo un dito contro la nostra rossissima spalla scottata resta un segno bianco; allora eccoci in azione, per poi ritirare il dito dopo un nano-secondo con una smorfia, mentre la pelle infiammata brucia come se mille fuochi la torturassero.

Bisogna mettere da parte questa temerarietà femminile e utilizzare un po’ di saggezza: per calmare il bruciore si può prendere un antidolorifico da banco, come l’aspirina (nel caso di bambini si ricorda di scegliere un farmaco specifico).

Si può decidere di utilizzare anche una crema antinfiammatoria a base di aloe vera o cortisone.

Nel caso in cui non si abbiano a portata di mano creme adeguate, si può produrre una crema antinfiammatoria casalinga.

Da novelle piccole chimiche, riduciamo in polvere un paio di aspirine, aggiungiamo acqua quanto basta per creare una pasta e poi la applichiamo sulla zona ustionata.

3. AAA cercasi fresco

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

La pelle indolenzita post scottatura non desidera altro se non il sollievo che qualche soffio di vento fresco può darle.

In assenza di vento, si può optare per un ventilatore, sotto al quale ci si può piazzare per assorbire l’aria ristoratrice.

Si tratta di un effetto di freschezza temporaneo, ma pochi attimi passati vicino al ventilatore accesso ci daranno il coraggio di continuare la nostra ricerca di freschi sollievi, come impacchi di ghiaccio o un bagno freddo, rigorosamente senza sapone che non farebbe altro che aumentare l’irritazione.

4. Protezione per prevenire l’eritema solare

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

Se stai pensando di andare a sfoggiare al mondo il tuo eritema solare non è una buona idea, non solo perché la pelle rossa e spelacchiata non è questa bellezza, ma anche perché l’esposizione al sole deve essere evitata sino alla completa guarigione per prevenire una ricaduta.

Il consiglio è di restare all’ombra e, nel caso in cui questo fosse impossibile, di coprire le zone scottate con degli indumenti.

Inoltre, si deve spalmare sulla pelle una crema solare con fattore di protezione 45.

5. In caso di vesciche da eritema

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

Orrore e dolore.

Non ci sono altre parole per definire le vesciche e le bolle che un grave eritema solare può causare.

Nonostante la tentazione di scoppiarle, perché noi donne siamo forti e possiamo sopportare il dolore di qualche bolla che esplode, bisogna resistere e non toccarle, perché potrebbero fare infezione.

È concesso toccarle solo per spalmare un prodotto specifico e per coprirle con un bendaggio, per evitare il contatto con i vestiti, che devono essere larghi e di cotone, per non stringere la pelle irritata e per permetterle di respirare.

6. E se l’eritema solare fa infezione?

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

Nel caso di aumento del dolore o del gonfiore, pus, linfonodi gonfi nella zona del collo, dell’ascella o dell’inguine, febbre, nausea, senso di svenimento, il consiglio è quello di chiamare il medico e non improvvisarci dottoresse.

 7. Menta, eucalipto e camomilla

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

Se ci piacciono i rimedi naturali e li preferiamo ai medicinali, non possiamo non provare li oli essenziali di menta o di eucalipto per rinfrescare la pelle scottata, o gli impacchi di camomilla raffreddata.

Anche la patata è una grande risorsa, viste le sue proprietà antinfiammatorie, antipruriginose e decongestionanti.

8. Combattiamo l’eritema solare a tavola

(Fonte: weheartit.com)
(Fonte: weheartit.com)

L’alimentazione può aiutare a combattere l’eritema e allontanare complicazioni.

Quindi non esitiamo a mangiare frutta e verdura, ricche di antiossidanti e vitamine.

E prediligiamo alimenti ricchi di vitamina A (beta-carotene) che, nel tempo, protegge la pelle da eventuali scottature solari.