diredonna network
logo
Stai leggendo: Come la Luce del Giorno ci aiuta a Perdere Peso

Depurativo antartico: il segreto della dieta tisanoreica

La dieta senza glutine fa dimagrire, fa male o fa bene?

"Borotalco cancerogeno": maxi risarcimento da Johnson & Johnson a una donna con cancro alle ovaie

Sonnambulismo, 6 cose da sapere su chi cammina nel sonno

Alimenti lassativi: quali sono e come assumerli

L'herpes genitale è un'infezione sessualmente trasmissibile. Quando siamo più a rischio?

Lingua a carta geografica: cos'è e come si cura

Spasmofilia, la "malattia invisibile" di chi è sempre stanco

"Qual è la differenza fra Balfolic e Prefolic?"

La sindrome di Stendhal: l'attacco di panico per eccesso di bellezza

Come la Luce del Giorno ci aiuta a Perdere Peso

Una ricerca molto importante ha sottolineato come la luce non artificiale delle prime ore del giorno sia in grado di accelerare il metabolismo e bruciare grassi in eccesso.
(foto: Web)
(foto: Web)

Svegliarsi presto aiuta a mantenersi in forma.

Proprio così, questa scoperta sarà importante soprattutto per le persone più pigre.
Non siamo noi a dirlo, ma una ricerca della Northwestern University Feinberg School of Medecine che ha dimostrato come, svegliandosi presto, si riduca l’Indice di Massa Corporea, ovvero il BMI.

La maggior parte delle persone che fin dal primo mattino beneficiano della luminosità, avevano un BMI molto più basso rispetto a chi si esponeva al sole in altre ore della giornata.

“Quanto prima si verificava l’esposizione alla luce durante il giorno, tanto più l’indice di massa corporea degli individui era basso. Se l’esposizione avveniva anche solo un’ora dopo, gli effetti non erano più così marcati”

Queste le parole della professoressa di neurologia dell’Istituto coinvolto nella ricerca, Kathryn Reid.

La luce e la sua influenza positiva, soprattutto al primo mattino, hanno un forte impatto sul corpo, senza dipendere dall’attività fisica, sesso, età o stagione.

La luce infatti è l’agente più potente per sincronizzare l’orologio biologico interno che regola i ritmi circadiani che a loro volta regolano il bilancio energetico.

Il messaggio quindi che si vuole passare è che ci si dovrebbe esporre di più alla luce, soprattutto tra le 8 del mattino e mezzogiorno. Bastano circa 20, 30 minuti per influenzare positivamente il BMI.

Se una persona non ottiene la luce sufficiente potrebbe rompere la sincronizzazione dell’orologio biologico, alterando il metabolismo e accumulando peso.

Molti ricercatori non hanno ancora capito come sia però possibile che la luce colpisca il grasso corporeo.

Nella ricerca non sono stati inoltre considerati gli stili di vita di alcuni tipi di persone, per esempio coloro che hanno un lavoro notturno, ovviamente più esposti a luci artificiali durante le ore notturne o di chi è estremamente mattiniero e spesso si sveglia ancora prima che il sole sorga.

Saranno necessari ulteriori studi, ma nel frattempo è utile, grazie anche alla bella stagione, svegliarsi un’ora prima e concedersi una passeggiata con la luce diurna.

La luce gioca un ruolo importante nel metabolismo, e riesce a regolare il senso di fame e quello di sazietà.