diredonna network
logo
Stai leggendo: Cistite, come riconoscerla e curarla

"Posso perdere la verginità durante la visita ginecologica?"

È normale sentirsi legata a un parente morto prima che io nascessi?

"Papaya fermentata: ne vale davvero la pena?"

"Rash cutaneo: cosa può essere"

"Ho 30 anni, sono single e ho paura di rimanere sola"

"Sono troppo timida e la cosa è diventata un problema"

"Come posticipare il ciclo in vista delle nozze"

"Ho perdite bianche prima del ciclo: è normale?"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Cistite, come riconoscerla e curarla

La cistite è essenzialmente un’infezione urinaria, acerrima nemica delle donne; esiste anche una cistite non batterica come quella da radioterapia o la cistite di tipo interstiziale.

La cistite è una malattia tipicamente femminile (ogni anno ne sono affette ben tre donne su dieci!) e generalmente si manifesta in donne geneticamente predisposte o in quelle con una vita sessuale intensa (con tre o più rapporti sessuali ogni settimana). Generalmente questo disturbo colpisce le donne in età fertile oppure nella terza età.

Riconoscerla è molto facile in quanto si percepisce un senso di estrema pesantezza nel basso ventre, insieme ad uno stimolo improvviso e frequente ad urinare, accompagnato da bruciore e con urine rossastre a causa della presenza di sangue.
Per prima cosa è doveroso valutare la ricorsività della cosa: si tratta di casi sporadici oppure ffrequenti Nel secondo caso potrebbe trattarsi di una vera e propria infezione, con necessità di visita dal medico e conseguente cura a base di antibiotici. In caso si tratti invece di casi isolati, esistono trattamenti naturali a base di mirtillo che prevengono nuove infezioni e contrastano l’effetto dei batteri. In ogni caso è bene non sottovalutare questo problema e agire in tempo per curare e prevenire!

Ecco qualche consiglio per prevenire la cistite! 

  • Prima di un rapporto sessuale è bene fare pipì (è poco romantico, ma è per il vostro bene!)
  • Bevete (sempre) moltissima acqua
  • Non tenete la pipì per troppo tempo
  • Evitate l’abuso di detergenti per l’igiene intima
  • Evitate se possibili l’uso di assorbenti interni

Nei mesi caldi si registra un picco di episodi di cistite per diversi fattori predisponenti, quali indebolimento delle difese immunitarie, eccessiva sudorazione o comportamenti igienici non corretti, soprattutto al mare. Nel periodo estivo non sono solo le donne a soffrire maggiormente: nei bambini le infezioni sono infatti altrettanto frequenti.

La cistite nelle bambine

Anche le bambine possono presentare frequentemente episodi di cistite. È necessario insegnare loro sin da piccole a lavare i genitali in maniera corretta, e abituarle all’igiene personale ogni volta che si usa il bagno; sarebbe opportuno anche abituarle a svuotare la vescica in maniera regolare, cosa che frequentemente trascurano quando sono occupate nei giochi. È opportuno che venga adottata una corretta alimentazione affinché sia mantenuto costante l’equilibrio della flora batterica intestinale, condizione necessaria per una sua regolare funzione.

Insomma, la cistite non è da sottovalutare a nessuna età: non da adolescenti e nemmeno da adulte, in gravidanza o anche in menopausa! Fortunatamente con una buona alimentazione, dell’attività fisica e con i consigli di cui sopra riuscirete a evitarla e curarla!

A voi sono mai capitati episodi di questo tipo? Come avete risolto? Avete qualche consiglio per le nostre amiche di RdD? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!
aggiornamenti